2 febbraio 2017 / 11:59 / tra 10 mesi

Borsa Milano chiude in buon rialzo, bene Cnh, Stm e Ferrari, banche deboli

MILANO (Reuters) - Si chiude in buon rialzo la seduta di Piazza Affari, che nonostante la debolezza dei bancari trova sostegno nella forza di alcuni titoli industriali e nel rimbalzo di Generali.

Un trader di UniCredit al lavoro a Milano. Foto del 13 giugno 2013. REUTERS/Alessandro Garofalo

Più incerte le altre borse europee, che scontano una serie di risultati societari deludenti tra cui quelli di Deutsche Bank, che con una flessione di oltre il 5% penalizza tutto il comparto finanziario.

** L‘indice FTSE Mib chiude con un progresso dello 0,79% e l‘Allshare dello 0,7%. Volumi nel finale intorno a 2,4 miliardi di euro.

** Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 cede lo 0,25%, con Francoforte in linea e Parigi piatta. A Wall Street gli indici oscillano intorno alla parità.

** UNICREDIT lascia sul terreno l‘1,65% al termine di una seduta volatile. Ieri sera sono stati resi noti i termini dell‘aumento di capitale che partirà lunedì a un prezzo di 8,09 euro per ogni azione, pari a uno sconto del 38% rispetto al Terp sulla chiusura di ieri.

** GENERALI, arrivata a guadagnare anche oltre il 5%, chiude sotto i massimi a +1,8%. In mattinata un portavoce di Intesa Sanpaolo ha smentito l‘ipotesi che i cda di oggi e domani abbiano all‘ordine del giorno un‘offerta per la compagnia assicurativa, così come le indiscrezioni di una riunione straordinaria del board nel fine settimana.

** Comprata anche MEDIOBANCA che si muove in controtendenza rispetto al comparto con un +1,6%. L‘indice dei bancari italiani perde invece lo 0,9% e quello europeo lo 0,5%. INTESA SANPAOLO cede lo 0,9% e UBI l‘1,5%.

** FERRARI festeggia con +3,7% risultati trimestrali e previsioni più forti delle attese. Rimbalza CNH, in progresso del 5,4%, mentre FIAT CHRYSLER è solo marginalmente positiva (+0,2%).

** Prosegue la corsa di STM (+5%) innescata dai dati delle vendite dell‘Iphone7 di Apple che ha una componente del gruppo di seminconduttori italo-francese.

** Acquistate le utility, guidate da ITALGAS in rialzo del 3%, mentre nel settore oil&gas SAIPEM perde il 2,75%.

** Tra i minori affonda del 9,8% CREVAL, su cui Banca Akros ha tagliato il rating a “reduce” da “neutral”.

** In calo del 4,7% RISANAMENTO che ieri a mercati chiusi ha annunciato i risultati 2016 chiusi con una pesante perdita.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below