2 febbraio 2017 / 11:59 / tra 10 mesi

BTP positivi, sollievo da verdetto Fed e bollettino Bce ma clima resta teso

MILANO (Reuters) - Andamento lievemente positivo per il mercato obbligazionario italiano, che beneficia -- insieme al comparto dei governativi della zona euro -- dei toni meno netti delle attese del mercato utilizzati da Federal Reserve nel delineare i tempi del prossimo rialzo dei tassi.

Un trader alla borsa di Francoforte, il 26 febbraio 2013. REUTERS/Lisi Niesner

** Supporto è arrivato anche dal bollettino economico della Banca centrale europea. Francoforte ha ribadito l‘analisi secondo cui la recente risalita dell‘inflazione -- che ha fornito appigli a quanti invocano l‘avvio di un percorso di uscita dal quantitative easing -- è legata in buona parte al rimbalzo dei prezzi del greggio.

** Intorno alle 12,15 il tasso del decennale italiano scende 2,29 da 2,32% della precedente chiusura ma si tiene nei pressi del massimo dall‘estate 2015 segnato nei giorni scorsi a 2,35%. Lo spread con l‘analoga scadenza del Bund, dopo il picco a 190 punti base segnato lunedì, viaggia è è stabile a 185 punti base.

** La pressione sul comparto resta comunque sostenuta, proprio alla luce delle prospettive di risalita dei tassi d‘interesse oltreoceano, che restano intatte, e per quanto riguarda i Btp continua a pesare l‘incognita di un ritorno anticipato alle urne, in una delicata fase di consolidamento del settore bancario.

** Da valutare poi la reazione di Bruxelles alla risposta del ministro dell‘Economia Pier Carlo Padoan che, replicando alla richiesta di una manovra correttiva per ridurre il deficit strutturale di 3,4 miliardi, si è impegnato a prendere i necessari provvedimenti senza entrare nel dettaglio o fornire cifre precise.

** Risalgono dai minimi toccati ieri anche i governativi francesi, sotto pressione nelle ultime sedute, anche per il crescente nervosismo degli investitori in vista delle elezioni presidenziali del prossimo aprile. La crisi delle forze politiche tradizionali e lo scandalo in cui è invischiato il candidato conservatore Francois Fillon potrebbero favorire Marine Le Pen, favorevole all‘uscita dall‘euro.

** Stamane Parigi ha collocato Oat a medio-lungo termine per 7 miliardi, l‘interno importo offerto, registrando un rialzo dei rendimenti su tutte le scadenze. Lo spread a dieci anni sul Belgio, considerato un barometro del rischio politico, resta sui massimi dal 2008 a 26 punti base. Stabile nei pressi dei massimi da tre anni e mezzo anche lo spread 10 anni Oat/Bund, in area 63 punti base.

** Tassi in rialzo anche nei collocamenti spagnoli. Madrid ha assegnato complessivi 4,3 miliardi - su un‘offerta complessiva che arrivava a 5 miliardi - suddivisi tra tre titoli nominali 2019, 2030 e 2037 e dell‘indicizzato 2024.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below