17 gennaio 2017 / 14:14 / 9 mesi fa

Mps, Bankitalia: decreto è punto di svolta, rimuove rischio elevato per sistema bancario

ROMA (Reuters) - L‘intervento pubblico a sostegno di Banca Monte dei Paschi di Siena rappresenta un “punto di svolta” e rimuove, anche nella percezione del mercato, un “rischio elevato per l‘intero sistema bancario italiano”.

Lo riferisce Carmelo Barbagallo, capo del Dipartimento vigilanza bancaria e finanziaria della Banca d‘Italia, nel corso di un‘audizione in Senato.

Il salvataggio comporta un intervento pubblico da 6,6 miliardi perché sono previsti anche indennizzi per i titolari retail di obbligazioni subordinate.

Anche i passi avanti nella cessione delle quattro banche sottoposte a risoluzione nel mese di novembre del 2015 -- Banca Marche, Etruria, CariChieti e CariFerrara -- consente di affermare che un “secondo importante fattore di incertezza stia oramai per essere eliminato”.

I costi sono però elevati: la vendita rende necessario per il Fondo di risoluzione “sostenere ulteriori oneri, il cui valore residuo ammonta a 1,5 miliardi”.

“Utilizzando le norme contenute nella legge di Stabilità per il 2016 e nel Regolamento sul meccanismo unico di risoluzione, con l‘approssimarsi della fine del 2016 la Banca d‘Italia ha disposto il richiamo di due quote contributive, per un ammontare complessivo pari a 1,5 miliardi”, spiega Barbagallo.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below