16 gennaio 2017 / 10:21 / tra 9 mesi

Italia in contatto con Ue per evitare procedura deficit

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. REUTERS/Alessandro Bianchi

ROMA (Reuters) - Il governo italiano è in contatto con la Commissione europea per evitare l‘apertura di una procedura d‘infrazione per deficit eccessivo, riferisce una fonte del Tesoro.

Secondo il quotidiano la Repubblica, Bruxelles avrebbe chiesto una manovra correttiva sul deficit strutturale -- calcolato al netto del ciclo e delle una tantum -- di 0,2 punti percentuali di Pil, 3,4 miliardi, sollecitando un impegno pubblico entro il primo febbraio.

Commentando le indiscrezioni, la fonte spiega che sono in corso in questi giorni contatti per valutare i passi opportuni per evitare l‘apertura di una procedura di infrazione e al tempo stesso scongiurare il rischio che interventi restrittivi sul bilancio compromettano la crescita riavviata nell’economia nazionale a partire dal 2014 ma ancora debole.

L‘Italia dovrebbe aver chiuso il 2016 con un indebitamento netto al 2,4% del Pil. Il target del 2017 è 2,3%.

Il 5 dicembre scorso, durante l‘Eurogruppo, i ministri delle Finanze hanno invitato l‘Italia a fare passi utili ad assicurare che il bilancio 2017 risulti conforme alle regole del Patto di stabilità e crescita, ricorda la fonte.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below