13 gennaio 2017 / 16:34 / in un anno

Fca, VM Motori, produttore motori diesel 3 litri, teme nuova cig

MILANO (Reuters) - Allo stabilimento VM Motori in provincia di Ferrara, dove si produce buona parte dei motori Fiat Chrysler entrati indirettamente nel mirino della autorità Usa, Epa, si teme un aumento della cassa integrazione e il sindacato chiede un incontro con la società.

Lo dicono fonti sindacali, precisando che lo stabilimento che impiega circa 1.300 dipendenti ha già fatto cassa integrazione nel 2016 a causa di un calo della domanda legato anche al ‘dieselgate’ Volkswagen.

Ieri la commissione Usa, Epa, ha annunciato di aver rilevato irregolarità nel software che governa le emissioni dei motori diesel a tre litri utilizzati da Ram e Jeep.

“Buona parte dei motori vanno ad equipaggiare i modelli Jeep e Ram negli Usa”, dice Michele De Palma responsabile Fiom per il settore auto. “Il caso Volkswagen e la riduzione della richiesta di vetture diesel negli Usa ha già penalizzato la fabbrica, ora la situazione rischia di peggiorare”.

Una seconda fonte sindacale conferma.

“Ritengo irrinunciabile il fatto che l‘azienda convochi tutte le organizzazioni sindacali offrire tutti elementi di chiarezza”, aggiunge De Palma.

Non è stato possibile avere un commento da Fca.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below