9 gennaio 2017 / 17:27 / un anno fa

Volkswagen, dirigente arrestato in Usa per frode, cospirazione in scandalo emissioni

DETROIT (Reuters) - Il dirigente del gruppo Volkswagen Oliver Schmidt, dovrà apparire questo pomeriggio davanti alla Corte Federale di Miami, in Florida, dopo essere stato arrestato dall‘FBI con l‘accusa di frode e cospirazione nell‘ambito dello scandalo per le emissioni diesel truccate.

Secondo la citazione presentata dall‘FBI contro VW alla fine dell‘anno scorso, il management del gruppo automobilistico tedesco venne informato “dell‘esistenza, delle finalità e delle caratteristiche” del dispositivo per truccare le emissioni nel luglio del 2015 ma scelse di non informare i regolatori Usa.

Nella citazione si afferma che Oliver Schmidt e altri dipendenti di VW fecero una presentazione all‘executive management a fine luglio 2015.

“Nella presentazione i dipendenti VW assicurarono il management esecutivo di VW che i regolatori Usa non erano a conoscenza del dispositivo illegale”, si legge nell‘atto.

“Piuttosto che scegliere di informare i regolatori Usa, il management esecutivo di VW ha autorizzato il suo continuativo occultamento”.

Volkswagen non ha voluto commentare.

VW ha ammesso nel settembre 2015 di aver installato un software segreto che consentiva ai veicoli negli Usa emissioni fino a 40 volte superiori ai livelli stabiliti per legge.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below