6 gennaio 2017 / 14:55 / 9 mesi fa

Usa, crescita occupazione rallenta a dicembre, ma stipendi aumentano

WASHINGTON (Reuters) - L‘occupazione negli Stati Uniti è aumentata meno delle attese in dicembre, anche se il rimbalzo degli stipendi è indice di una perdurante forza del mercato del lavoro con la prospettiva, nel nuovo anno, di un‘accelerazione della crescita economica e di nuovi rialzi dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve.

Gli occupati non agricoli sono cresciuti di 156.000 posti di lavoro il mese scorso, secondo i dati del dipartimento del Lavoro Usa. Il dato è sotto le attese, che prevedevano 178.000 nuovi posti.

I dati di ottobre e novembre sono stati rivisti (i primi al ribasso, i secondi al rialzo) con un incremento cumulativo di 19.000 unità. L‘economia americana ha creato nel 2016 2,16 milioni di posti.

Lo stipendio medio orario è aumentato di 10 centesimi, pari a +0,4%, dopo un calo dello 0,1% a novembre. L‘incremento su anno è stato del 2,9%, massimo da giugno 2009, dal 2,5% di novembre.

Il tasso di disoccupazione è aumentato al 4,7% (come nelle attese) dal minimo da nove anni registrato a novembre al 4,6%, perchè nuove persone sono entrate nel mercato del lavoro, segno di fiducia nella possibilità di trovare occupazione.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below