28 dicembre 2016 / 14:07 / tra 10 mesi

Almaviva, sito Roma ha cessato attività, no spazio per nuovi accordi

ROMA (Reuters) - Dopo che la Rsu dei dipendenti di Roma del call center Almaviva ha rifiutato di firmare l‘accordo con governo e azienda per proseguire la vertenza fino a marzo, la sede operativa della Capitale ha chiuso e non c‘è più spazio per altre trattative.

Lo dice oggi Almaviva in una nota, a seguito delle richieste di alcuni sindacati di riaprire i negoziati per evitare il licenziamento di oltre 1.600 persone a Roma.

Lo scorso 22 dicembre la rappresentanza sindacale di Almaviva Contact a Roma aveva respinto l‘intesa raggiunta dopo un mese e mezzo di trattative serrate, mentre quella di Napoli l‘aveva firmata. Il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda aveva commentato: “Non c‘è alternativa ai licenziamenti”.

Nella nota di oggi, Almaviva conferma che “in linea con quanto sempre dichiarato e preso atto del pronunciamento unitario delle rappresentanze sindacali, dal 22 dicembre il sito operativo di Roma ha cessato ogni tipo di attività”. E boccia nuovi negoziati: “L‘ipotesi di attivare una trattativa supplementare, oltre che fuori da ogni logica ed in contrasto con il mandato di rappresentanza sindacale dichiarato, risulta... legalmente e tecnicamente impossibile perché invaliderebbe l‘intera procedura conclusa con la mediazione del governo”.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below