16 dicembre 2016 / 15:26 / in un anno

Banca Etruria, 22 avvisi chiusura indagine, non c'è padre Boschi

AREZZO (Reuters) - La Procura di Arezzo ha notificato 22 avvisi di chiusura indagine ad altrettanti dirigenti e componenti dei Cda di Banca Etruria e tra i destinatari del provvedimento non c‘è Pier Luigi Boschi, padre del sottosegretario alla presidenza del Consiglio ed ex ministro delle Riforme Maria Elena.

Una filiale di Banca Etruria a Roma. REUTERS/Tony Gentile

Lo riferisce una fonte giudiziaria.

Boschi è stato vice presidente esecutivo nell‘ultimo consiglio di amministrazione presieduto da Lorenzo Rosi e consigliere in quello presieduto da Giuseppe Fornasari.

I cda oggetto della notifica sono il penultimo e il terzultimo in carica, presieduti rispettivamente da Elio Faralli e Fornasari.

Il filone di inchiesta è quello relativo alla ipotizzata bancarotta fraudolenta dell‘istituto aretino.

Le indagini, delegate dalla procura alla Guardia di finanza, hanno riguardato finanziamenti concessi per un ammontare totale di circa 200 milioni distribuiti a società che secondo l‘accusa erano “decotte” o “riconducibili ad alcuni consiglieri”, aggiunge la fonte.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below