8 dicembre 2016 / 18:36 / tra 10 mesi

Enav, fonti: Procura Roma indaga su partecipazione in statunitense Aireon

ROMA (Reuters) - La Procura di Roma indaga sulla partecipazione di Enav da 61 milioni di dollari nel consorzio statunitense Aireon LLC costituito nel 2013 in Delaware, anche per capire se l‘operazione sia servita a creare fondi neri.

Lo riferiscono fonti giudiziarie, precisando che le verifiche sulla documentazione acquisita dalla Guardia di Finanza si concentrano sulla controllata Enav North Atlantic LCC.

Enav al momento non commenta.

Come spiegato dallo stesso Ente nazionale di assistenza al volo in un‘audizione parlamentare nei mesi scorsi, Enav North Atlantic è stata costituita nel 2014 in Delaware per gestire l‘investimento in Aireon, di cui la società italiana detiene il 12,5%.

Aireon lavora alla creazione di un sistema satellitare di sorveglianza della navigazione aerea, che dovrebbe essere operativo dal 2018, attraverso il quale i fornitori di servizi a terra potranno conoscere la posizione dei velivoli in qualunque parte del mondo.

Al consorzio, assieme a Enav, partecipano Iridium Communications, Nav Canada, Irish Aviation Authority (Iaa) e Naviair.

L‘inchiesta, precisano le fonti, è stata aperta in seguito alle denunce presentate da ex funzionari di Enav e a un‘interrogazione parlamentare.

(Antonella Cinelli)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below