6 dicembre 2016 / 10:17 / un anno fa

Italia, Istat: il 28,7% della popolazione a rischio povertà

ROMA (Reuters) - La condizioni di vita di quasi il 30% degli italiani sono vicine alla soglia della povertà o possono comportare l‘esclusione sociale.

Un senzatetto. REUTERS/Philippe Wojazer

Lo dice l‘Istat nello studio le Condizioni di vita e di reddito degli italiani nel 2015 pubblicato oggi.

L‘Istituto di Statistica, stima che “il 28,7% delle persone residenti in Italia sia a rischio di povertà o esclusione sociale ovvero, secondo la definizione adottata nell‘ambito della Strategia Europa 2020, si trovano almeno in una delle seguenti condizioni: rischio di povertà, grave deprivazione materiale, bassa intensità di lavoro”.

La quota è sostanzialmente, ”stabile rispetto al 2014 (era al 28,3%) e il Mezzogiorno rappresenta “ancora l‘area più esposta: nel 2015 la stima delle persone coinvolte sale al 46,4%, dal 45,6% dell‘anno precedente”.

Dal 2009 al 2014 il reddito in termini reali, ha stimato l‘Istat, “cala più per le famiglie appartenenti al 20% più povero, ampliando la distanza dalle famiglie più ricche il cui reddito passa da 4,6 a 4,9 volte quello delle più povere”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below