5 dicembre 2016 / 13:12 / in un anno

Mattarella chiede rispetto "impegni e scadenze", pensa a Bilancio

ROMA (Reuters) - Per il capo dello Stato, l‘esito del referendum costituzionale e le dimissioni annunciate del premier Matteo Renzi pongono nell‘immediato “impegni e scadenze di cui le istituzioni dovranno assicurare in ogni caso il rispetto, garantendo risposte all‘altezza dei problemi del momento”.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in una immagine di archivio REUTERS/Ammar Awad

Le parole di Sergio Mattarella sono contenute in una nota diffusa in mattinata dopo un colloquio informale con Renzi al Quirinale, come riferisce una fonte a conoscenza della vicenda.

Queste tappe potrebbero subire una accelerazione alla luce del situazione che si è venuta a creare dopo il voto.

La fonte spiega che ci vorranno probabilmente “settimane” per portare a termine tutti gli impegni indicati dal capo dello Stato.

LEGGE BILANCIO LA SCADENZA PIU’ URGENTE

La scadenza più urgente, anche per rassicurare l‘Europa, è il varo della legge di Bilancio 2017 che il Senato - da calendario pre referendum - dovrebbe licenziare entro il 20 dicembre e che dovrebbe ottenere il via libera definitivo entro l‘anno, scongiurando l‘esercizio provvisorio.

Ma secondo una fonte governativa e una di maggioranza, Palazzo Madama potrebbe approvare la manovra senza modifiche rispetto al testo uscito dalla Camera e in tempi molto rapidi, forse già entro la fine della settimana.

Renzi a questo punto potrebbe aspettare il via libera del Senato prima di formalizzare le dimissioni che ha annunciato ieri notte, dopo che gli italiani hanno bocciato la riforma costituzionale con quasi il 60% dei voti, dice la fonte di maggioranza.

“L‘ipotesi è che il Senato approvi la manovra rapidamente e senza introdurre emendamenti”, spiega la fonte governativa.

La legge di Bilancio contiene una manovra espansiva sull‘economia pari a circa 12 miliardi.

“L‘Italia è un grande Paese con tante energie positive al suo interno. Anche per questo occorre che il clima politico, pur nella necessaria dialettica, sia improntato a serenità e rispetto reciproco”, ha concluso Mattarella, che stasera vedrà di nuovo il premier in forma ufficiale, dopo un consiglio dei ministri convocato alle 18,30 a Palazzo Chigi.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below