2 dicembre 2016 / 16:21 / in un anno

Roaming, ministri Ue sostengono tetto a tariffe wholesale

BRUXELLES (Reuters) - I ministri dell‘Unione europea hanno dato l‘ok all‘abbassamento del tetto relativo a quanto gli operatori di telefonia mobile possono caricarsi a vicenda per mantenere i loro clienti connessi all‘estero, anche se sono probabili nuovi tagli in futuri negoziati.

I ministri hanno dato alla Slovacchia, attualmente alla presidenza Ue, un mandato per iniziare i colloqui con il parlamento europeo su una serie di prezzi all‘ingrosso per voce, sms e traffico dati tra i diversi paesi Ue.

Il punto è assicurare entro giugno dell‘anno prossimo che gli europei non paghino più costi extra per l‘uso dei loro telefoni all‘estero.

Gli stati sono d‘accordo nel fissare il costo all‘ingrosso del roaming a un centesimo di euro per megabyte, o 10 euro per gigabyte, da giugno, per arrivare alla metà della cifra nel 2021.

La Commissione europea aveva proposto un tetto di 8,5 euro per gigabyte, mentre il parlamento europeo aveva spinto martedì per 4 euro iniziali, da far scendere a solo 1 euro.

Gli stati membri e i parlamentari Ue ora si imbarcheranno in negoziati per arrivare ad un compromesso entro marzo dell‘anno prossimo, in modo che le nuove regole entrino in vigore a giugno.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below