29 novembre 2016 / 09:47 / un anno fa

Lapo Elkann arrestato e rilasciato a New York, accuse di denuncia falso reato

NEW YORK/MILANO (Reuters) - Lapo Elkann, nipote del patriarca del gruppo Fiat Gianni Agnelli, è stato arrestato a New York, con l‘accusa di aver denunciato un falso reato, dice la polizia dopo notizie di stampa secondo le quali sarebbe sospettato di aver simulato il suo sequestro.

Lapo Elkann in una foto dell'11 gennaio 2013, durante un'intervista con Reuters a Milano. REUTERS/Alessandro Garofalo

Il portavoce della polizia ha aggiunto che c‘è anche un‘indagine su un‘ipotesi di “detenzione abusiva”, che si è rivelata un‘informazione falsa. Elkann, 39 anni, è stato rilasciato e la questione sarà discussa in tribunale.

La stampa Usa e quella italiana hanno citato fonti della polizia affermando che Elkann ha simulato un suo rapimento, dopo aver finito i soldi durante il fine settimana del Thanksgiving.

Un portavoce di Elkann non ha voluto commentare, così come la holding di famiglia Exor.

Lapo Elkann, fratello di John, presidente del gruppo Fiat Chrysler, ha rischiato la vita nel 2005 dopo un collasso per overdose nell‘appartamento di una prostituta.

Nel 2007 ha fondato la società produttrice di occhiali, Italia Independent, che ha debuttato alla borsa di Milano nel 2013.

(Brendan O‘Brien a New York e Agnieszka Flak a Milano)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below