28 novembre 2016 / 11:12 / in un anno

Rcs, Tar Lazio respinge ricorsi IMH e soci contro Opas Cairo

MILANO (Reuters) - Il Tar del Lazio ha respinto i ricorsi presentati da IMH, la cordata concorrente di Urbano Cairo nella contesa per il controllo di Rcs, e dai suoi soci Diego Della Valle e Pirelli contro la decisione di Consob del 22 luglio scorso di non sospendere cautelativamente l‘Opas di Cairo Communication sull‘editore del Corriere della Sera.

Lo si legge nei dispositivi di sentenza pubblicati dal Tar sabato scorso in seguito alla camera di consiglio che si è tenuta il 22 novembre. Le ragioni “saranno esposte in motivazione”.

Non si terrà più dunque, spiega una fonte vicina alla situazione, l‘udienza di merito che era stata inizialmente fissata per il 5 dicembre, essendo queste delle sentenze definitive.

IMH, a suo tempo composta da Andrea Bonomi, Mediobanca e UnipolSai oltre che da Della Valle e Pirelli, aveva lanciato questa estate una contro-Opa su Rcs in contrapposizione all‘Ops (poi divenuta Opas) di Cairo. Dopo la vittoria di Cairo Communication, IMH ha presentato degli esposti a Consob e alla procura di Milano (presto archiviati) su presunte irregolarità nello svolgimento dell‘Opas da parte di Cairo Communication. La Commissione non aveva trovato sussistenti i presupposti per la sospensione cautelare dell‘Opas richiesta dagli sconfitti, che si erano quindi rivolti al Tar contro la decisione della Consob.

Il Tar ha rispinto dunque tutti e tre i ricorsi presentati “contro” Consob e “nei confronti di” Cairo ed Equita (che era stato advisor finanziario di Cairo insieme a Banca Imi) “per l‘annullamento, previa sospensione,” del comunicato con cui Consob ha annunciato di non voler sospendere l‘Opas, “nonchè per l‘accertamento delle violazioni, o, comunque, dell‘esistenza di un ‘fondato sospetto’ di violazioni” delle disposizioni del Tuf sulle offerte pubbliche di scambio e acquisto.

Con la decisione del Tar sembra quindi chiudersi definitivamente la battaglia legale seguita a quella sul mercato per il controllo di Rcs, oggi gestita da Urbano Cairo che ne possiede il 60% circa tramite Cairo Communication. Diego Della Valle ha poco più del 7%, Mediobanca poco più del 6%, UnipolSai è intorno al 4,6%, Pirelli (ChemChina) al 4,4%. Tutti e quattro i soci di minoranza sono rappresentati in Cda.

Intorno alle 10,30 il titolo Rcs perde poco più del 3% a 0,736 euro (in un mercato in calo di circa il 2%), proseguendo una discesa iniziata dopo la pubblicazione dei conti dei nove mesi. La battaglia a suon di rilanci condotta questa estate aveva spinto le quotazioni del titolo sopra 1 euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below