23 novembre 2016 / 07:42 / in un anno

Generali, Donnet: non ci sono 8.000 esuberi, Italia ha già fatto sua parte

MILANO (Reuters) - Generali è attenta a tutti i costi anche a quelli del personale ma non ha mai annunciato 8.000 esuberi né prevede piani di ristrutturazione.

Il logo di Generali a Telfs, Austria. Foto dell'1 novembre 2016. REUTERS/Leonhard Foeger

Lo ha detto il Ceo Philippe Donnet in un briefing prima dell‘Investor Day di Londra di oggi.

“Vogliamo avviare e abbiamo già avviato un piano di trasformazione ed efficientamento in tutti i paesi e questo prevede un‘attenzione a tutti i costi, inclusi i costi del personale”, ha spiegato Donnet.

“Gli headcount sono scesi di 1.500 persone dal mese di marzo ma questo è dovuto soprattutto al rallentamento di nuove assunzioni e a uscite naturali. Non ci sono esuberi, non ci saranno piani di ristrutturazione e devo aggiungere che l‘Italia ha già fatto la sua parte”, ha spiegato.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below