23 novembre 2016 / 07:42 / in un anno

Generali, Donnet: non ci sono 8.000 esuberi, Italia ha già fatto sua parte

Il logo di Generali a Telfs, Austria. Foto dell'1 novembre 2016. REUTERS/Leonhard Foeger

MILANO (Reuters) - Generali è attenta a tutti i costi anche a quelli del personale ma non ha mai annunciato 8.000 esuberi né prevede piani di ristrutturazione.

Lo ha detto il Ceo Philippe Donnet in un briefing prima dell‘Investor Day di Londra di oggi.

“Vogliamo avviare e abbiamo già avviato un piano di trasformazione ed efficientamento in tutti i paesi e questo prevede un‘attenzione a tutti i costi, inclusi i costi del personale”, ha spiegato Donnet.

“Gli headcount sono scesi di 1.500 persone dal mese di marzo ma questo è dovuto soprattutto al rallentamento di nuove assunzioni e a uscite naturali. Non ci sono esuberi, non ci saranno piani di ristrutturazione e devo aggiungere che l‘Italia ha già fatto la sua parte”, ha spiegato.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below