21 novembre 2016 / 13:17 / in un anno

Greggio su massimi tre settimane su dollaro debole e in vista accordo Opec

LONDRA (Reuters) - Il greggio tocca i massimi di tre settimane nella mattinata londinese grazie alla debolezza del dollaro e a una certa cautela dei gestori visto che l‘Opec sembra orientato a raggiungere un accordo per tagliare la produzione nel meeting della prossima settimana.

Secondo gli analisti di Barclays una qualche forma di accordo è probabile ma potrebbe avere un impatto modesto, visto che l‘Iran chiede delle esenzioni perché vuole riconquistare le quote di mercato perse a causa delle sanzioni dall‘Occidente mentre Libia e Nigeria hanno chiesto di essere escluse.

Per contro il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato che non vede alcun ostacolo per un congelamento della produzione che attualmente è di oltre 11 milioni di barili al giorno ed è ai massimi dalla caduta dell‘Urss.

Alle 11,50 italiane il futures Brent guadagna l‘1,88% a 47,74 dollari al barile a un passo dal massimo di 47.76. Il derivato Usa guadagna l‘1,71% a 46,47 dollari.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below