9 novembre 2016 / 10:12 / un anno fa

Vittoria Trump è "deflagrazione di un'epoca", dice Grillo

ROMA (Reuters) - La vittoria dell‘outsider Donald Trump alle elezioni presidenziali Usa rappresenta la “deflagrazione di un‘epoca” e la sconfitta della stampa tradizionale, nonché un “vaffanculo generale”.

Five-Star Movement leader and comedian Beppe Grillo gestures during a rally in Turin, Italy February 16, 2013. REUTERS/Giorgio Perottino/File Photo - RTX2SQTB

Lo dice oggi Beppe Grillo, leader del Movimento Cinque Stelle sul proprio blog, aggiungendo: “Questa è la prova che questi milioni di demagoghi non sono le persone, ma sono i giornalisti, gli intellettuali, ancorati ad un mondo che non c‘è più”.

Per il il comico e polemista genovese, ci sono “similitudini” tra la vicenda della candidatura dell‘imprenditore newyorkese e quella del M5s: “Siamo nati e non se ne sono accorti, perché abbiamo un giornalismo posdatato che capisce quando qualcosa è già successa. Ed è già troppo tardi. Siamo diventati il primo Movimento politico in Italia e non se ne sono accorti, se ne stanno accorgendo adesso e ancora si chiedono il perché. Andremo a governare e si chiederanno ‘ma come hanno fatto? hanno raccolto la rabbia ecc. ecc.'”.

Grillo conclude dicendo che “Trump ha mandato a fanculo tutti: massoni, grandi gruppi bancari, cinesi. Magari diventerà un moderato. Lo vedo già che dirà: ‘sì, l‘ho detto, ma eravamo in campagna elettorale ecc’. Però il mondo è già cambiato”.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below