7 novembre 2016 / 08:59 / in un anno

Borsa Milano in rialzo del 2% con banche, spunti su automotive

MILANO (Reuters) - L‘ottimismo per l‘esito delle presidenziali americane -- dopo che l‘FBI ha di fatto scagionato la candidata Hillary Clinton nel cosiddetto “email gate” -- ispira ricoperture sul listino milanese.

La borsa di Milano. REUTERS/Alessandro Garofalo

** Il benchmark delle blue chip italiane è arrivato a guadagnare due abbondanti punti percentuali intorno ai 16.700 punti con volumi che restano tuttavia ormai cronicamente bassi, per meno di 800 milioni di euro intorno alle ore 12,30.

** Il futures sull‘indice generale punta verso la resistenza posta a 16.800 punti.

** I derivati sugli indici statunitensi viaggiano in rialzo di oltre l‘1% confermando l‘intonazione positiva dei mercati azionari.

** “Oggi si chiudono gli short aperti la scorsa settimana quando sembrava che Trump fosse in rimonta”, osserva un senior trader. “Qualche titolo come Intesa Sanpaolo e Telecom Italia si muove sulla scorta dei buoni risultati usciti venerdì ma non prezzati dal mercato che era in bad mood”, aggiunge.

** TELECOM ITALIA si è poi indebolita a metà seduta, passando brevemente in negativo senza che dalle sale operative si citi nessuna ragione particolare.

** La seduta odierna si contraddistingue infatti per il rimbalzo dei bancari con MPS in rialzo del 12% dopo aver perso il 9% nella sola seduta di venerdì e il 19% la settimana scorsa.

** In evidenza CREVAL che corre in rialzo del 5% dopo che, nel fine settimana, Il Sole 24 Ore ha scritto, citando fonti finanziarie, che i due punti qualifianti del piano al 2018 sarebbero una cartolarizzazione da 1,5 miliardi e una significativa riorganizzazione interna, con circa 300 esuberi su 4100 dipendenti, per ridurre i costi.

** Oggi ha debuttato in borsa anche ITALGAS a seguito dell‘operazione di scissione da SNAM con un rapporto di 1 azione Italgas da attribuire agli azionisti Snam ogni 5 azioni possedute. Il prezzo di riferimento è stato determinato da Borsa Italiana in 3,9980 euro.

** SNAM, il cui prezzo di riferimento è stato invece definito a 3,78 euro da Borsa Italiana, sale del 3% circa a 3,88 euro.

** I risultati vivacizzano i titoli del settore automotive, già ben comprato in Europa: BREMBO ha aggiornato i massimi di seduta dopo l‘annuncio dei conti del terzo trimestre. Anche FERRARI ha accelerato con la pibblicazione dei risultati arrivando a guadagnare oltre il 5%. FCA balza di quasi il 4%.

** RECORDATI sale di oltre il 2% a 25,7 euro nel giorno in cui Jefferies ha promosso il titolo a “buy” da “hold”, alzando il prezzo obiettivo a 32 da 30,6 euro.

** Resta indietro qualche titolo del lusso come LUXOTTICA, BRUNELLO CUCINELLI e YNAP. Fiacca AUTOGRILL.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below