2 novembre 2016 / 11:22 / un anno fa

Referendum, fonti Palazzo Chigi smentiscono "categoricamente" rinvio

ROMA (Reuters) - Non c‘è alcuna ipotesi di rinvio del referendum costituzionale del 4 dicembre, dicono oggi fonti di Palazzo Chigi dopo che in mattinata il ministro dell‘Interno Angelino Alfano aveva aperto a un possibile spostamento della data a causa del terremoto, se richiesto dall‘opposizione.

Il premier Matteo Renzi. REUTERS/Tony Gentile

Le fonti smentiscono “categoricamente l‘ipotesi”, e indicano anche che domani il premier Matteo Renzi ricomincerà la campagna referendaria, con un appuntamento già fissato alle 21 a Padova.

In un‘intervista all‘emittente radiofonica RTL 102.5, Alfano, che è anche leader del Nuovo Centro Destra (Ncd), aveva precisato che allo stato attuale “il governo non farà alcun passo” per il rinvio della consultazione sulla riforma costituzionale, ma che la situazione potrebbe cambiare se l‘opposizione lo chiedesse, anche perché “nel cuore degli italiani la priorità non è più il referendum”.

Da Forza Italia e M5s, le due principali forze di opposizione, è però arrivato un netto rifiuto all‘ipotesi di rinvio.

Intanto, il tribunale di Milano si è riservato la decisione su un ricorso presentato sul contenuto del referendum dal costituzionalista Valerio Onida. Secondo alcuni, se i giudici decidessero di rinviare la questione alla Corte Costituzionale, il referendum potrebbe slittare.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below