1 novembre 2016 / 08:32 / in un anno

Mps, Passera ritira offerta, Banca ne prende atto

(Reuters) - Corrado Passera ha ritirato la propria offerta alternativa per il risanamento del Monte dei Paschi, presentata il 13 ottobre, lamentando una “totale chiusura” da parte della banca.

Passanti e turisti davanti all'ingresso principale del Monte dei Paschi a Siena. REUTERS/Max Rossi/File photo

Mps ha replicato rammaricandosi per la decisione che ritiene basata su argomentazioni infondate e ne ricorda il carattere non vincolante e di proposta “non solidificata”.

In mattinata l‘ex ministro ha informato di aver inviato a cda e collegio sindacale della banca senese la comunicazione del ritiro della proposta, dicendo che a lui e agli investitori che rappresenta “sono state negate le condizioni minime per procedere”.

Il piano alternativo avanzato dall‘ex ministro, secondo quanto riportato nella nota, prevedeva “lettere di interesse ufficiali da parte di primari investitori internazionali per circa 2 miliardi di euro (che, come previsto nella nostra lettera, avremmo messo a disposizione della Banca appena firmato il patto di riservatezza) e dell‘assunzione di un impegno a garantire l‘aumento di capitale in opzione agli attuali azionisti per 1-1.5 miliardi di euro”.

Dal canto suo Mps sottolinea che di questi investitori “non sono state rese note le generalità”.

Pur rammaricandosi per la decisione di Passera, il cda dice di ritenere che sia basata “su argomentazioni infondate e incompatibili con la necessità della banca di assicurare parità informativa tra i suoi potenziali investitori e di mantenere il controllo delle informazioni fornite agli stessi”.

Dopo una prima parte della seduta in positivo, il titolo della banca senese è arretrato con il resto del mercato e alle 17,00 quota invariato a 0,2430 euro.

Stamani ha sostenuto il corso di Borsa di Mps anche un articolo che rilanciava l‘ipotesi di un piano di salvataggio di emergenza che il governo avrebbe discusso con Bruxelles, con una garanzia pubblica sull‘aumento a fronte della conversione obbligatoria in azioni da parte dei soli obbligazionisti subordinati istituzionali.

Passera nella sua lettera lamenta anche il fatto che la sua richiesta di presentare il piano alternativo in Bce non è stata sostenuta dalla banca senese. “Abbiamo contemporaneamente chiesto di poter presentare all‘Autorità di Vigilanza europea la nostra proposta per poter eventualmente correggerla o integrarla. Anche su questo punto la resistenza è stata totale”, scrive Passera, secondo la nota.

Mps su questo ha detto di aver tenuto costantemente aggiornati i regolatori nazionali e sovranazionali, sin dai primi momenti.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Redazione Milano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below