17 ottobre 2016 / 08:27 / in un anno

Iraq lancia offensiva per cacciare Stato Islamico da Mosul

BAGHDAD (Reuters) - Le forze del governo iracheno, con il supporto aereo e via terra della coalizione guidata dagli Usa, hanno lanciato un‘offensiva per cacciare lo Stato Islamico da Mosul, ultimo importante baluardo dei militanti nel paese.

Combattimenti a Mosul. REUTERS/Azad Lashkari

Gli elicotteri hanno lanciato razzi e si sono udite esplosioni al confine orientale della città, dove i combattenti curdi stanno avanzando per conquistare i villaggi periferici, ha riferito un corrispondente Reuters.

Gli Stati Uniti hanno predetto che lo Stato islamico subirà “una sconfitta duratura”. L‘assalto alla città è la più grande operazione dell‘esercito iracheno da quanto le truppe Usa si sono ritirate nel 2011.

Circa 30.000 soldati dell‘esercito iracheno, Peshmerga curdi e combattenti sunniti dovrebbero partecipare all‘offensiva per cacciare tra 4.000 e 8.000 militanti dello Stato Islamico da Mosul, una città di 1,5 milioni di abitanti.

“Annuncio oggi l‘inizio delle operazioni eroiche per liberarvi dal terrore e dall‘oppressione di Daesh”, ha detto il primo ministro Haider Abadi in un discorso alla tv di stato.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below