14 ottobre 2016 / 10:27 / in un anno

Greggio in rialzo su riduzione scorte carburanti Usa

LONDRA (Reuters) - I prezzi del greggio sono in rialzo, spinti dalla riduzione delle riserve di carburanti negli Stati Uniti, anche se i guadagni sono frenati dagli ancora alti livelli di produzione nonostante i piani dell‘Opec per contenerla.

I dati diffusi di ieri hanno mostrato un aumento complessivo delle riserve di greggio, il primo aumento delle ultime sei settimane, ma le scorte all‘hub di Cushing sono scese e quelle di distillati, che includono anche il diesel, hanno fatto lo stesso. Anche le scorte di benzina hanno registrato un calo.

“Il risultato finale è leggermente positivo”, spiega Stephen Brennock del broker PVM in una nota. L‘aumento delle scorte di greggio è stato “più che controbilanciato” dalle minori riserve di carburanti.

I prezzi del Brent avevano toccato il massimo dell‘anno intorno a 54 dollari lunedì scorso sulla scia dell‘accordo Opec per ridurre la produzione, ma poi nel corso della settimana i dati dell‘organizzazione dei paesi esportatori hanno mostrato come la produzione sta di fatto ancora crescendo.

Alle 13,10 il futures Brent sale di 41 centesimi a 52,44 dollari al barile, mentre il derivato Usa avanza di 56 centesimi a 51 dollari al barile.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below