17 dicembre 2015 / 12:21 / 2 anni fa

Banche salvate, Renzi vorrebbe che fosse Authority anti-corruzione a gestire gli arbitrati

ROMA (Reuters) - Il governo pensa di affidare a Raffaele Cantone, presidente dell‘Autorità nazionale anticorruzione, le procedure arbitrali in favore dei risparmiatori che hanno perso migliaia di euro investendo in obbligazioni subordinate di Banca Marche, Banca Etruria, CariFerrara e CariChieti.

Una filiale di Banca Etruria a Roma. Foto del 15 dicembre 2015. REUTERS/Max Rossi

A dare l‘annuncio è il presidente del consiglio Matteo Renzi durante un‘intervista al Tg5.

“Nelle prossime ore cercheremo di fare tutto il possibile perché chi è stato truffato possa avere i soldi. Da parte mia c‘è la massima trasparenza e la massima chiarezza”, ha detto Renzi.

“Se è possibile vorrei che l‘arbitrato fosse gestito non dalla Banca d‘Italia, non dalla Consob ma dall‘Autorità anticorruzione di Cantone, soggetto terzo e autorevole”, ha aggiunto.

Il ministero dell‘Economia stima che 12.500 clienti retail abbiano comprato, direttamente o sul mercato secondario, obbligazioni subordinate per 430 milioni su 768 milioni in totale.

Il salvataggio delle quattro banche ha comportato l‘azzeramento dei bond, secondo le nuove regole europee sulla procedura di risoluzione.

La legge di Stabilità stanzia 100 milioni per dare parziale ristoro ai risparmiatori più veulnerabili e disciplina le procedure arbitrali per risolvere le controversie.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below