24 giugno 2015 / 15:00 / tra 2 anni

Grecia, Tsipras a Bruxelles. Per Moscovici e Dombrovskis passi avanti ma accordo non oggi

ATENE/BRUXELLES (Reuters) - Ci sono passi avanti nei colloqui in corso fra la Grecia e i suoi creditori per raggiungere un accordo last-minute su debito e riforme, ma l‘intesa non arriverà oggi.

Il direttore del Fondo monetario internazionale Christine Lagarde ad una riunione con funzionari Ue e Bce prima dell'arrivo del premier greco Alexis Tsipras a Bruxelles. REUTERS/Virginia Mayo/Pool

E’ quanto hanno detto in separate dichiarazioni ministri delle Finanze e alti funzionari Ue, in attesa dell‘incontro di domani tra i leader della zona euro.

“Siamo in un momento di intensi negoziati. Stiamo facendo progressi. Non siamo ancora arrivati al punto. Quindi per ora riporteremo ai ministri lo stato delle negoziazioni per avere ulteriori indicazioni su come andare avanti”, ha detto il vicepresidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis, aggiungendo che “ci sono ancora questioni importanti da risolvere. Sarà una lunga notte”.

Secondo il commissario Ue agli Affari monetari, il francese Pierre Moscovici, “si continua a cercare una soluzione, che è necessaria e possibile”.

Per il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble, non vi sono i presupposti per un accordo prima di lunedì.

A detta del collega austriaco Hans Joerg Schelling, l‘ostacolo principale è che Atene continua a chiedere una ristrutturazione del debito che sarebbe in pratica l‘equivalente di un terzo bailout.

Fonti vicine ai negoziati hanno riferito che i creditori hanno presentato ad Atene alcune contro-proposte per superare le divergenze. Prima di volare a Bruxelles per incontrare i creditori, il premier greco Alexis Tsipras ha criticato la posizione di “alcuni” di loro definendola incomprensibile.

“La non approvazione delle misure compensative non è mai accaduta prima. Nè in Irlanda nè in Portogallo, da nessuna parte”, ha scritto Tsipras su Twitter. “Questo atteggiamento può solo significare due cose: o non vogliono l‘accordo o sono al servizio di interessi specifici in Grecia”, ha aggiunto.

I mercati finanziari hanno reagito nervosamente alle parole del premier greco: gli investitori si sono buttati a capofitto sull‘obbligazionario tedesco, tradizionale bene rifugio, e l‘euro ha ceduto un po’ di terreno prima recuperare.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below