18 giugno 2015 / 17:08 / tra 2 anni

Ilva, sotto sequestro altoforno 2 dopo morte operaio

BARI (Reuters) - La Procura di Taranto oggi ha disposto il sequestro preventivo senza facoltà d‘uso dell‘altoforno numero 2 dell‘Ilva, nell‘ambito dell‘inchiesta sulla morte di un operaio. Lo riferisce una fonte giudiziaria.

Un'immagine dell'Ilva di Taranto al tramonto. REUTERS/Yara Nardi

Proprio oggi, a Martina Franca, si sono svolti i funerali di Alessandro Morricella, l‘operaio 35enne investito lo scorso 8 giugno da un getto di ghisa incandescente all‘interno dell‘altoforno 2.

La procedura di spegnimento dell‘altoforno 2 - l‘unico attualmente acceso assieme al numero 4 sui 5 dell‘impianto siderurgico tarantino - richiederà diversi giorni.

Nell‘inchiesta per la morte dell‘operaio sono indagate 10 persone con l‘accusa di concorso in omicidio colposo.

I magistrati hanno nominato come custode giudiziario dell‘impianto Barbara Valenzano, già custode degli impianti dell’area a caldo nominata dal gip Patrizia Todisco nell’inchiesta “Ambiente svenduto”.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below