15 giugno 2015 / 11:34 / 2 anni fa

Russia aumenterà forze su confini ovest se Usa invieranno armi

MOSCA (Reuters) - Il dispiegamento di armi pesanti Usa negli stati Baltici e nell‘Europa dell‘Est rappresenterebbe “il passo più aggressivo del Pentagono e della Nato” dalla fine della Guerra Fredda, hanno detto oggi alcuni dirigenti del ministero russo della Difesa.

Servicemen load air-to-ground missiles onto a Sukhoi Su-25 jet fighter during a drill at the Russian southern Stavropol region, March 12, 2015. Russia has started military exercises in the country's south, as well as in Georgia's breakaway regions of South Ossetia and Abkhazia and in Crimea, annexed from Ukraine last year, news agency RIA reported on Thursday, citing Russia's Defence Ministry. REUTERS/Eduard Korniyenko (RUSSIA - Tags: POLITICS CIVIL UNREST MILITARY TPX IMAGES OF THE DAY) - RTR4T411

“Alla Russia non verrebbe lasciata altra opzione che quella di aumentare truppe e forze sul lato occidentale”, ha detto il generale Yuri Yakubov, citato dall‘agenzia di stampa russa Interfax.

Durante il fine settimana un funzionario statunitense ha detto che Washington ha in programma di dispiegare attrezzature militari pesanti nei Baltici e nell‘Europa dell‘est per rassicurare gli alleati, innervositi dal ruolo della Russia in Ucraina e per scoraggiare eventuali aggressioni.

(Ludmila Danilova)

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below