June 12, 2015 / 9:45 AM / 3 years ago

RES PUBLICA / Renzi tenta allungo su riforme, per dribblare inchieste

di Paolo Biondi

ROMA (Reuters) - La conferenza stampa dopo il consiglio dei ministri di ieri sera è stata tutta volta a dire che, con l‘esame degli ultimi sei decreti legislativi sul Jobs act, la riforma del lavoro è giunta a compimento entro il termine previsto di giugno.

Si tratta di verificare se otterrà gli auspicati effetti sull‘economia, effetti che potranno essere tangibili non tanto con i mensili dati dell‘Istat e del ministero sui nuovi occupati, quanto piuttosto se ci sarà in parallelo la ripresa dei consumi.

Ora l‘attenzione di Matteo Renzi si sposta sul Parlamento, dove sono in esame la riforma della scuola e quella della Rai.

Sulla scuola il capogruppo di Forza Italia Renato Brunetta ha detto che sarà “un Vietnam” per il governo. Può darsi; per ora il Vietnam è nel gruppo dei berlusconiani dove si sfogliano i numeri dei verdiniani che potrebbero lasciare il gruppo dopo la defezione della decina di fittiani.

Renzi vuole incassare la disponibilità della minoranza del Pd ad accogliere qualche cambiamento nella riforma della scuola e verificare poi la tenuta sulla Rai, questione ancora più spinosa.

Accelerando sulle riforme (lavoro, scuola e Rai) il presidente del Consiglio spera di uscire dalle sabbie mobili nelle quali le varie inchieste giudiziarie hanno trascinato la sua maggioranza e il suo partito. Riprendendo il cammino.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below