9 giugno 2015 / 12:17 / tra 2 anni

Fifa, argentino Burzaco si è consegnato a Bolzano

ROMA (Reuters) - L‘imprenditore Alejandro Burzaco, uno dei tre argentini ricercati dalle autorità Usa nell‘ambito dell‘inchiesta Fifa, si è consegnato alla polizia di Bolzano.

Un uomo protesta davanti all'ingresso del quartier generale Fifa a Zurigo. REUTERS/Arnd Wiegmann

Lo riferisce un portavoce della polizia, senza fornire dettagli.

Un altro rappresentante della polizia ha poi detto all‘emittente radiofonica argentina La Red che Burzaco si è presentato spontaneamente in un commissariato accompagnato da due avvocati, uno italiano e l‘altro argentino.

Secondo gli investigatori statunitensi Burzaco (50 anni), Hugo Jinkis e il figlio Mariano Jinkis (rispettivamente 70 e 40 anni) avrebbero pagato tangenti per ottenere da federazioni regionali contratti per i diritti media.

Non si sa dove si trovino gli altri due argentini.

Burzaco era presidente della società di marketing sportivo Torneos y Competencias (Torneos), mentre Hugo e Mariano Jinkis sono responsabili di Full Play, un‘altra società del settore con sede in Argentina.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below