18 maggio 2015 / 15:13 / 3 anni fa

Papa alla Cei: denunciare corruzione senza timidezze

ROMA (Reuters) - I vescovi non devono essere “timidi” nel denunciare la corruzione, pubblica e privata, ha detto oggi Papa Francesco intervenendo all‘assemblea generale della Conferenza episcopale italiana.

Papa Francesco ad un'udienza generale in Vaticano. REUTERS/Tony Gentile

Bisogna “non essere timidi o irrilevanti nello sconfessare e nello sconfiggere una diffusa mentalità di corruzione pubblica e privata che è riuscita a impoverire, senza alcuna vergogna, famiglie, pensionati, onesti lavoratori, comunità cristiane, scartando i giovani, sistematicamente privati di ogni speranza sul loro futuro”, ha detto il Pontefice.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below