18 maggio 2015 / 11:15 / tra 3 anni

Greggio incerto, avanzata Stato islamico in Iraq sostiene quotazioni

LONDRA (Reuters) - Quotazioni del greggio incerte tra tensioni geopolitiche e perduranti preoccupazioni di un eccesso di offerta.

A sostegno dei corsi petroliferi arriva la notizia che i militanti dello Stato Islamico hanno annunciato di aver preso il controllo della città chiave di Ramadi, nell‘Iraq occidentale, alimentando i timori di crescenti turbolenze nel paese produttore di greggio.

Ad acuire le tensioni in Medio Oriente si registra inoltre la ripresa degli attacchi aerei di una coalizione a guida saudita contro la milizia Houthi ad Aden, nello Yemen.

Gli analisti tuttavia sottolineano che sui mercati petroliferi resta un eccesso di offerta e che la saturazione potrebbe peggiorare se la produzione Usa si riprendesse e quella dell‘Opec restasse forte.

Intorno alle 12,30 italiane il futures sul Brent per consegna luglio cede 11 cent a 66,70 dollari mentre la scadenza giugno sul greggio Usa sale di 35 cent a quota 60,04.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below