June 16, 2014 / 12:52 PM / 5 years ago

Riforme, Renzi stringe tempi su nuovo Senato con sponda Quirinale

ROMA (Reuters) - Forte dell’appoggio ricevuto all’assemblea del Pd sabato scorso, nonostante l’autosospensione di 14 senatori, e con tutta l’opposizione da Forza Italia a M5s che dice di voler dialogare, il premier Matteo Renzi prova a stringere sulla riforma del Senato rimasta nel limbo a Palazzo Madama per un paio di mesi.

Il premier Matteo Renzi. REUTERS/Aly Song

“Questa è la settimana in cui le cose si decidono”, ha detto il segretario del Partito democratico nel pomeriggio intervenendo all’assemblea degli imprenditori veneti.

Renzi ha cominciato la settimana incontrando al Quirinale il presidente Giorgio Napolitano. Del colloquio l’ufficio stampa di quest’ultimo fa sapere, che è stato “compiuto un ampio giro di orizzonte sui temi della riforma costituzionale all’esame del Senato e del possibile coinvolgimento del più ampio arco di forze politice in vista della conclusione dell’iter in quel ramo del Parlamento”.

Se difficile è prevedere quando l’aula del Senato voterà il disegno di legge costituzionale che ne riduce drasticamente i poteri - la nuova deadline del governo è “entro l’estate” -, è molto probabile che il provvedimento compierà qualche passo in avanti da domani nella commissione Affari costituzionali dove era rimasto finora impantanato.

Dopo l’esautorazione dalla commissione dei due senatori della maggioranza che si opponevano frontalmente al ddl, il popolare per l’Italia Mario Mauro e il democratico Corradino Mineo, i lavori potranno riprendere senza il rischio di un prematuro affossamento del provvedimento.

Rimane aperto il caso dei 14 senatori del Pd - tra cui Mineo - che si sono autosospesi in segno di protesta per questa decisione. Ma in commissione, intanto, il tappo è saltato e la maggioranza ha di nuovo i numeri per vincere la prima partita del lungo match.

L’esito delle riforme si gioca tuttavia sul tavolo della trattativa con i diversi soggetti dell’opposizione che hanno deciso di tornare in gioco: Forza Italia, Lega Nord e, ultimo arrivato dopo l’apertura di ieri, l’M5s di Beppe Grillo. Senza trascurare i fuoriusciti grillini, che al Senato sono nove e i loro voti possono sempre tornare utili ad un maggioranza che si regge su poco più di una decina di voti.

“Il fatto è che ognuno di questi ha le sue priorità che non coincidono tra loro, e, se l’ipotesi di un’intesa con M5s è al momento lontana, non è ancora chiaro se il governo riuscirà a coinvolgere sia Forza Italia che la Lega Nord con cui sta trattando separatamente”, ha detto una fonte politica che segue da vicino il dossier.

Renzi ha posto quattro paletti “irrevocabili” sul nuovo Senato: non voterà più la fiducia al governo; non voterà la legge di Bilancio; non sarà elettivo; i suoi membri non riceveranno indennità, in quanto saranno già pagati come consiglieri regionali o sindaci.

E’ da vedere ora quanto il premier sarà disposto a cedere pur di ottenere “larghe intese” sul suo progetto di riforma delle istituzioni, che prevede anche un ridimensionamento dei poteri delle Regioni e l’abolizione delle province e del Cnel.

Forza Italia insiste per un Senato eletto dal popolo ancorché depotenziato. La Lega Nord è pronta a cedere sul Senato che vuole Renzi, ma ha chiesto concessioni sul nuovo Titolo V della Costituzione, ovvero il mantenimento di poteri alle Regioni in misura maggiore di quanto prevede il ddl dell’esecutivo. Beppe Grillo invece vuole impostare il negoziato sulla seconda gamba del progetto di riforme di Renzi, la legge elettorale.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below