June 26, 2009 / 8:49 AM / 10 years ago

Greggio in rialzo sui 71 dlr/barile su tensioni geopolitiche

LONDRA, 26 giugno (Reuters) - Il greggio americano scambia sui 71 dollari al barile, spinto al rialzo dalle minacce agli approvvigionamenti di petrolio messe in campo dalla guerriglia nigeriana.

Dopo l’attacco a un gasdotto Agip (ENI.MI), stamane è stato un impianto di Royal Dutch Shell (RDSa.L) a essere nuovamente colpito nella tormentata regione del Delta del Niger. “Le preoccupazioni per la situazione geopolitica sono un fattore importante adesso, capace di influenzare il mercato”, commenta Peter McGuire di Commodity Warrants Australia.

Non aiuta neanche la forte tensione in Iran, con oltre 20 manifestanti morti nelle proteste seguite ai presunti brogli delle elezioni presidenziali del 12 giugno.

Sul versante opposto il greggio ha beneficiato negli ultimi tempi delle speranze in una vicina ripresa, sebbene i dati macro continuino a dare indicazioni contrastanti.

Intorno alle 10,30 il derivato sul greggio Usa per consegna ad agosto CLc1 sale di 88 centesimi a 71,10 dollari al barile. Il Brent londinese LCOc1 avanza di 85 centesimi a 70,61 dollari.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below