June 24, 2009 / 9:20 AM / 10 years ago

Greggio scivola sotto 69 dlr/barile, attesi dati Eia

LONDRA, 24 giugno (Reuters) - Si muove poco al di sotto dei 69 dollari al barile il prezzo del greggio negli scambi della mattina, nel timore di scoprire, con la pubblicazione dei dati Eia nel pomeriggio, un nuovo aumento delle scorte americane.

Segno di una domanda altalenante e non ancora proiettata verso la ripresa economica, l’accumulo non smaltito di greggio e benzina nel deposito di Cushing confermerebbe i dati di ieri dell’American Petroleum Institute sull’aumento delle scorte di benzina.

“I prezzi sono saliti velocemente rendendo naturale l’attuale ritirata”, commenta Mark Pervan strategist di Anz Bank. “Il mercato potrebbe focalizzarsi sui dati negativi che ha scelto di ignorare nelle ultime settimane”.

Del resto i prezzi sono più che raddoppiati dal minimo di 30 dollari al barile toccato l’inverno scorso.

A spingere al rialzo potrebbero però intervenire altri contrastanti, come il calo del dollaro e le recenti traversie degli impianti petroliferi nigeriani. E’ di ieri l’ammissione dell’italiana Eni (ENI.MI) di una riduzione delle esportazioni di greggio dal fiume Brass in Nigeria a causa di un attacco della guerriglia locale a un gasdotto.

Alle 11,10 il derivato ad agosto sul Nymex CLc1 cede 45 centesimi a 68,79 dollari al barile, mentre l’analoga scadenza sul Brent LCOc1 lascia sul terreno 40 centesimi a 68,40 dollari al barile.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below