May 4, 2020 / 3:44 PM / in 24 days

BORSA USA-S&P, Dow in calo su tensioni con Cina, crolla settore aereo su vendite Buffett

4 maggio (Reuters) - L’indice S&P 500 e Dow Jones perdono terreno, a causa della disputa tra Cina e Usa sull’origine dell’epidemia di coronavirus, mentre diverse compagnie aeree scivolano, dopo che Berkshire Hathaway, gestita dal miliardario Warren Buffett, ha venduto le sue quote nel settore.

** Alle 17,05 italiane il Dow Jones cede 232,32 punti, o lo 0,98%, a 23.491,37 e l’S&P 500 perde 16,15 punti, o lo 0,57%, a 2.813,74. Tuttavia, il Nasdaq guadagna 22,29 punti, o lo 0,26%, a 8.627,24.

** DELTA AIR LINES, AMERICAN AIRLINES, SOUTHWEST AIRLINES e UNITED AIRLINES cedono tra l’8% e l’11%, dopo che Buffett ha affermato durante il weekend la manovra, che per il settore “il mondo è cambiato”.

** L’annuncio di BERKSHIRE ha colpito anche Boeing in ribasso del 3,5%. Il settore dell’aviazione scivola del 5,1%, verso la sua peggiore sessione in oltre un mese.

** Berkshire stesso ha perso quasi 50 miliardi di dollari, portando il titolo in ribasso del 2% e zavorrando l’intero settore finanziario.

** “Non ho avuto la sensazione che (Buffett) veda una enorme quantità di opportunità, ma che stia invece mantenendo un alto livello di liquidità”, secondo Randy Frederick di Charles Schwab.

** Nove degli 11 settori dell’S&P 500 perdono terreno, anche a causa dei commenti del Segretario di Stato Usa Mike Pompeo, secondo il quale vi è “una significativa quantità di prove” che dimostrano il diffondersi del coronavirus da un laboratorio cinese. Un editoriale del Global Times cinese afferma che Pompeo sta “bluffando”.

** I dati sui nuovi ordini per prodotti statunitensi pubblicati oggi mostrano un calo superiore alle stime a marzo, che potrebbe essere aggravato dalle interruzioni alle catene di approvvigionamento e alle esportazioni causate dalla crisi sanitaria.

** “Quando si pensa al nervosismo dei mercati durante la guerra dei dazi tra Usa e Cina, se ciò proseguirà, si può solo concludere che la resa dei conti sarà di gran lunga peggiore rispetto a una semplice guerra dei dazi”, ha detto Jim Reid di Deutsche Bank.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below