January 2, 2019 / 7:00 AM / 2 years ago

BORSE ASIA-PACIFICO in calo, pesano dati Cina

 INDICI                      ORE  7,30    VAR %    CHIUS. 2017
                                                   
 TOKYO                       CHIUSA       /        22.764,94
 HONG KONG                   25.154,90    -2,67    29.919,15
 SINGAPORE                   3.038,70     -0,98     3.402,92
 TAIWAN                      9.554,14     -1,78    10.642,86
 SEUL                        2.010,00     -1,52    2.467,49
 SHANGHAI COMP               2.467,49     -1,06    3.307,17
 SYDNEY                      5.557,80     -1,57    6.065,10
 MUMBAI                      36.160,71    -0,26    34.056,83
 
    
    2 gennaio(Reuters) - Nel primo giorno del 2019 per le attività in borsa, i
mercati dell'area Asia-Pacifico sono in calo, dopo che i dati deludenti dalla
Cina hanno guastato l'atmosfera.
    L'attività manifatturiera cinese si è contratta per la prima volta in 19
mesi. L'indice Pmi Caixin/Markit per dicembre segna infatti 49,7 dai 50,2 di
novembre, e fa seguito al dato ufficiale negativo sulla produzione industriale
diffuso il 31 dicembre.
    Per gli analisti di ING pesa in particolare il calo della voce 'nuovi
ordini': "Ciò conferma la nostra opinione che l'economia è debole e che lo
stimolo serve rapidamente".
    I future E-mini sull'indice Usa S&P 500 segnano -0,8%. Le borse europee sono
date in calo.
    Il dollaro australiano, spesso usato come cartina di tornasole sul sentiment
nei confronti della Cina, ha perso lo 0,7%, ai minimi da febbraio 2016. Lo yen
ha esteso il rally mentre il dollaro Usa è calato contro la moneta giapponese ai
minimi da giugno 2018.
    ** SYDNEY ha iniziato l'anno in profondo rosso (-1,6%) proprio a
causa dei dati dalla Cina, principale partner commerciale dell'Australia. Pesa
anche la prolungata incertezza sulla guerra commerciale tra Washington e
Pechino, nonostante la telefonata "lunga e molto positiva" tra il presidente Usa
Donald Trump e l'omologo cinese Xi Jinping nell'ultimo fine settimana. A
trascinare in basso il mercato, i titoli finanziari e quelli minerari.
    ** I listini cinesi perdono pesantemente terreno: SHANGHAI cala di
oltre l'1%, HONG KONG del 2,7%. TAIWAN è calata dell'1,8%.
    ** SEUL ha perso l'1,5%, appesantita in particolare dai titoli del
comparto auto e da un sell off istituzionale. Positivi i titoli esposti verso la
Corea del Nord, dopo che nel discorso di fine anno il leader nordcoreano ha
annunciato di voler far ripartire senza condizioni il complesso industriale di
Kaesong.
    ** A MUMBAI gli investitori monetizzano i profitti e sembrano cauti
in vista dei risultati aziendali attesi per la settimana prossima.
    ** SINGAPORE risente, oltre che dei dati cinesi, anche della crescita
del Pil (+1,6% nel quarto trimestre) inferiore alle attese.

         
Per  una panoramica su mercati e notizie in  lingua italiana  con quotazioni, 
grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon  la
parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below