March 9, 2018 / 10:53 AM / 9 months ago

Dazi Usa, due produttori acciaio europei vedono impatto limitato, titoli settore cauti

ZURIGO/FRANCOFORTE, 9 marzo (Reuters) - All’indomani della decisione del presidente Usa Donald Trump di imporre dazi sulle importazioni di acciaio e alluminio, due dei principali produttori europei hanno detto di vedere impatti limitati, ma il settore sconta un certo nervosismo nei confronti di una mossa che limita l’accesso al secondo mercato dell’acciaio al mondo e alcuni titoli del settore si muovono al ribasso.

Ieri Trump ha firmato i dazi del 25% sulle importazioni di acciaio e del 10% su quelle di alluminio, escludendo Messico e Canada e offrendo possibilità di esenzione anche per altri alleati.

L’Unione europea nel suo complesso è il maggiore esportatore di acciaio verso gli Stati Uniti, con un peso l’anno scorso pari a un quinto — 6,8 miliardi di dollari — delle importazioni Usa di acciaio, secondo i dati dell’ufficio di statistica tedesco.

Thyssenkrupp, il maggiore gruppo tedesco dell’acciaio, ha dichiarato di fornire soltanto 400.000-500.000 tonnellate l’anno al mercato Usa, tra il 3,3% e il 4,5% delle forniture totali.

Il produttore di acciaio austriaco Voestalpine a sua volta ha annunciato che “un massimo di circa il 3% delle vendite correnti del gruppo può essere influenzato dalle tariffe Usa e il rischio economico rimane molto gestibile anche in casi estremi”.

Il titolo del gruppo tedesco non mostra particolari reazioni in borsa e intorno alle 11,30 sale di uno 0,1%, mentre Voestalpine cede il 2,6%.

Pesante (-3,2%) anche Salzgitter, numero due del settore in Germania. La società non ha risposto a richieste di un commento, ma ieri il Ceo ha detto che i mercati stanno sovrastimando l’impatto delle tariffe sul suo business.

Tra gli altri gruppi europei dell’acciaio ArcelorMittal , il più grande del continente, arretra dell’1,4%.

L’indiana Tata Steel ha perso il 4,6%. Gli Stati Uniti rappresentano circa il 10% delle vendite di Tata Steel Europe, ha detto a Reuters una fonte di settore.

In risposta ai dazi, l’associazione dell’acciaio tedesca ha chiesto all’Unione europea di pensare a contromisure efficaci, avvertendo che l’Europa potrebbe essere costretta ad assorbire maggiori volumi come conseguenza.

Il trader di acciaio tedesco Kloeckner & Co potrebbe essere un beneficiario della stretta decisa dagli Stati Uniti, ha detto la scorsa settimana il Ceo Gisbert Ruehl, sottolineando le aspettative di un aumento dei prezzi.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below