31 marzo 2009 / 08:23 / tra 9 anni

Borsa Milano accelera oltre +2%, bene Fiat, banche, vola Tiscali

MILANO, 31 marzo (Reuters) - Piazza Affari accelera a metà mattina grazie alla rinnovata vitalità dei titoli bancari, ieri fortemente penalizzati dal ritorno della lettera, e di Fiat che gode dell‘ok della Casa Bianca all‘accordo con Chrysler.

Alle 10,10 il Mibtel .MIBTEL guadagna l‘1,88%, l‘S&P/MIB .SPMIB il 2,10%, l‘Allstars .ALLST l‘1,78%.

* FIAT FIA.MI balza del 7,59% dopo il -9% di ieri e l‘ok di Washington all‘accordo con Chrysler. Sulla scia la holding EXOR (EXOR.MI).

“Il mercato temeva venisse richiesta una maggiore assunzione di responsabilità sul debito e forse un apporto cash. Il solo apporto di tecnologia non va male”, commenta un trader.

* Di nuovo in vetrina le banche, ieri sulla graticola della lettera. In particolare UNICREDIT (CRDI.MI) e BANCO POPOLARE BAPO.MI si contendono la leadership del giorno, mentre resta al palo INTESA SANPAOLO (ISP.MI).

* CREDEM (EMBI.MI) balza del 4,5% nonostante l‘annuncio di utili in calo per il 2008 e della mancata distribuzione del dividendo. Il mercato apprezza la solidità patrimoniale dichiarata dall‘istituto con un Core Tier 1 al 7%.

* Vola TISCALI (TIS.MI) (+13%) che ieri ha dichiarato che allo stato non prevede aumenti di capitale, timore che ieri aveva affossato il titolo.

* Prosegue la corsa di SEAT PGIT.MI che oggi non riesce a fare prezzo e segna un teorico a +18,85% completamente disallineato rispetto al valore dei diritti legati all‘aumento di capitale partito ieri.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below