30 gennaio 2009 / 08:22 / tra 9 anni

Borsa Milano apre in calo, giù banche, male Bulgari, bene Enel

MILANO, 30 gennaio (Reuters) - Piazza Affari apre in calo, insieme alle altre piazze europee, sulla scia dei forti ribassi di Wall Street e di Tokyo.

A Milano alle 9,15 l‘indice S&P/Mib .SPMIB perde lo 0,93%, il Mibtel .MIBTEL lo 0,83%, l‘indice Allstars .ALLST lo 0,77%.

Lettera sempre sulle banche, con BANCO POPOLARE BAPO.MI in flessione del 2,2%, UNICREDIT (CRDI.MI) dell‘1,3%, INTESA SP (ISP.MI) dell‘1,2%. L‘indice settoriale europeo cede l‘1,5%. Un trader cita “la fine dell‘effetto bad bank che aveva tirato su il settore nelle sedute precedenti”.

Male BULGARI BULG.MI (-4%) penalizzata dai risultati del 2008 e dal downgrade di Jp Morgan che ha tagliato il prezzo obiettivo a 3,7 euro da 4,20, con una raccomandazione di “Neutral”.

Lieve rialzo per TELECOM ITALIA (TLIT.MI) (+0,3%) a ridosso di quota 1 euro. Ieri il Cda di Telco ha deciso di svalutare la quota del 24,5% nella società telefonica in base a una valutazione a 2,2 euro per azione.

Rimbalza ENEL (ENEI.MI) (+1,09%) dopo che Ubs ha alzato la raccomandazione a “Buy” da “Neutral”. Giù, invece, ENI (ENI.MI) con un ribasso dell‘1,6%.

FIAT FIA.MI perde il 2%. Ubs ha tagliato il prezzo obiettivo sul Lingotto a 4,2 euro da 5,1 euro precedente.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below