29 gennaio 2009 / 10:23 / 9 anni fa

Borsa Milano estende calo con banche/assicurazioni,occhi su Fiat

MILANO, 28 gennaio (Reuters) - Piazza Affari prosegue la discesa, anche se fa meglio rispetto alle pari europee che cedono tutte quasi il 1%.

Intorno alle 11 l‘S&P .SPMIB perde lo 0,9% e il Mibtel .MIBTEL lo 0,7%; in lieve calo anche l‘indice Allstars .ALLST, -1,7% il DJ Stoxx 600 . Scambi per 400 milioni di euro.

“E’ finito il movimento di breve al rialzo, con gli indici che sono andati vicini alle resistenze. Ora c’è un pull-back tecnico che potrebbe invertirsi solo con una buona apertura Wall Street, ipotesi al momento improbabile”, dice un trader. Il contratto sul Nasdaq .NDc1 cede l‘1%, quello sul Dow Jones DJc1 L‘1,5%.

* Occhi su FIAT FIA.MI, che cede il 3,2%, in linea col settore .SXAP e dopo il +6% di ieri. “Il titolo è volatile e il mercato nervoso, mentre cerca di quantificare il pacchetto di aiuti che verrà varato dal governo”, dice un trader. L‘intervento dovrebbe comunque valere più dei 300 milioni ipotizzati nei giorni scorsi dalla stampa.

* Realizzi sui bancari, INTESA SAN PAOLO (ISP.MI) e UNICREDIT (CRDI.MI) in testa. Per quest‘ultima “l‘esito dell‘aumento di capitale, andato praticamente deserto, era scontato”, dice una operatrice. Il settore europeo .SX7P estende via via le perdite e ora segna un -4,7%.

* Prese di profitto anche tra le big assicurative. La peggiore è FONDIARIA-SAI FOSA.MI, -4,4%, mentre GENERALI (GASI.MI) perde il 2,6%, in linea col comparto .SXIP.

“(Su Fondiaria) non ci sono notizie particolari, c’è attesa per i risultati (che verranno diffusi il 18 febbraio) e non si escludono nuove svalutazioni”, dice un trader. “I volumi non sono sopra la media”, fa notare un altro. Sono scambiati 120.000 pezzi, pari al 29% della media giornaliera nell‘ultimo mese.

* Ancora negli assicurativi si distingue, positiva, UNIPOL (UNPI.MI). “E’ sempre l‘annuncio che verrà distribuito un dividendo (fatto venerdì) a sostenere il titolo”, spiega l‘operatrice.

* Non si riprende STM (STM.MI), che ieri ha annunciato stime deludenti per il mercato dei chip e oggi subisce una raffica di revisioni al ribasso del target price. I tech europei .SX8P perdono l0 0,8%, il titolo franco-italiano il 3%.

* Si sgonfia parzialmente PARMALAT (PLT.MI), dopo l‘exploit dell‘apertura. “L‘ipotesi di cambio del management la fa salire, nonostante la smentita della società”, dice un operatore. Secondo indiscrezioni stampa i fondi azionisti hanno indicato Maurizio Manca (numero uno di Unilever Italia) come nuovo presidente operativo.

* Pesante TELECOM ITALIA (TLIT.MI), -3,8% in un settore tlc .SXKP a -1,5%. “Nessuno crede che possa mettere a posto le cose in Argentina”, dice uno dei trader. Un altro ricorda che “i timori sul debito non sono scomparsi” e sostiene: “questo titolo, al momento, non piace”.

* Male BULGARI BUL.MI, che oggi diffonde i risultati preliminari 2008. “Si aspettano numeri brutti, anche il lusso risente della crisi”, si limita a dire la trader.

In una nota di ricerca S&P, SELL sul titolo, scrive che i risultati top-line dell‘ultimo trimestre dovrebbero mostrare un calo del 9% rispetto all‘anno scorso.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below