29 agosto 2008 / 08:09 / 9 anni fa

Borsa Milano positiva con retail e banche,riscoperto immobiliare

<p>Un trader al lavoro. REUTERS/Kai Pfaffenbach</p>

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude la settimana con un rialzo, al termine di una seduta condizionata dalla chiusura di posizioni in vista del week-end lungo negli Stati Uniti in occasione del Labor Day.

Le indicazioni sull‘andamento dell‘economia a stelle e strisce, Pmi Chicago e indice Università del Michigan - che fanno il paio con il dato sul Pil del secondo trimestre - hanno catalizzato gli acquisti sul settore retail e sulle società sensibili alle variazioni del dollaro.

I trader sottolineano anche la riscoperta del comparto immobiliare, fortemente penalizzato dalla crisi subprime.

In chiusura, l‘indice S&P/Mib ha guadagnato lo 0,57%, il Mibtel lo 0,7% e l‘AllStar lo 0,67%. Volumi per un controvalore pari a circa 3,1 miliardi.

* Il rafforzamento del dollaro, dopo i dati Usa, ha sostenuto il settore retail e il lusso, che hanno beneficiato anche dei risultati di società estere come Ppr. GEOX ha guadagnato il 4,27%, AUTOGRILL l‘1,78%, LUXOTTICA l‘1,19% e BULGARI l‘1,04%. Fuori dall‘indice S&P/Mib, MARCOLIN è avanzata del 5,1% e TOD‘S, che ha diffuso la semestrale, del 3,12%.

* Ancora toniche, nel complesso, le banche, già in evidenza ieri grazie, soprattutto, alla semstrale di INTESA SANPAOLO (+0,91%). MEDIOBANCA, al centro di un dibattito sulla governance, è salita del 2,78%, e POP MILANO del 2,65%. In controtendenza UBI BANCA, -1,43%, colpita, secondo quanto riferisce un dealer, da un taglio del rating, a “hold” da “buy”, varato da Ing. MONTEPASCHI ha terminato a +0,39% dopo i conti del semestre.

* Miglior titolo del paniere principale SEAT PAGINE GIALLE: +4,94%. Gli operatori si limitano a parlare di “titolo molto volatile e speculativo”.

* FIAT è arretrata dell‘1,27%, sostanzialmente in linea con uno stoxx di settore (-0,63%) che continua a risentire del taglio delle previsioni di Toyota sulle vendite dell‘anno prossimo. La holding IFIL ha guadagnato il 2,37% dopo la semestrale.

* Rimbalzo di TELECOM ITALIA, +2,5%, ma i trader evidenziano l‘esiguità dei volumi.

* MEDIASET non ha risentito dell‘accordo fra Rai e Lega Calcio sui diritti per la trasmissione in chiaro del campionato di Serie A. Anzi, dopo l‘annuncio, il titolo ha accelerato, chiudendo a +1,93%.

* Fra le small e mid cap, in evidenza gli immobiliari, molto penalizzati negli ultimi dodici mesi. AEDES è balzata dell‘11,34%, e GABETTI, che ieri ha comunicato la semestrale, dell‘11,18%. Un‘operatrice ricorda le parole dell‘AD di Vinci, che ha dichiarato che il settore delle costruzioni ha resistito alle turbolenze post-subprime.

* IMMSI ha guadagnato un altro 4,23%: il mercato, dicono gli operatori, apprezza l‘ammontare non eccessivo dell‘impegno in Alitalia.

* Terzo giorno consecutivo in denaro per TAS: sospesa per buona parte della seduta, ha terminato a +21,96%. Fra gli operatori continua a circolare l‘ipotesi di un‘opa sul flottante, pari a circa il 10% del capitale, ma ieri, comunicando la semestrale, la società ha precisato di non avere spiegazioni sull‘andamento del titolo.

* Brillante ERG RENEW: +8,09%, dopo che Goldman Sachs ne ha avviato la copertura con “buy”.

* Anche oggi acquisti su SORIN: +5,12%. Il rimbalzo del gruppo attivo nelle apparecchiature biomedicali è partito due giorni fa, dopo la pubblicazione della semestrale.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below