28 agosto 2009 / 09:28 / 8 anni fa

Borsa Milano allunga il passo e rinnova massimi 2009, su Intesa

MILANO, 28 agosto (Reuters) - Piazza Affari non si ferma ed estende i guadagni, ora oltre il punto e mezzo percentuale, con i big del settore bancario, Intesa e Unicredit, che tirano la volata.

”Oggi sembra andare tutto bene, siamo sui massimi dell‘anno e forse c’è spazio per crescere ancora“, commenta un trader”. “Vanno bene le banche che devono pubblicare le semestrali, ma chi fa il mercato in questo momento sono i trader”.

In una giornata dall‘intonazione positiva in tutta Europa, i guadagni appaiono trasversali rispetto ai settori, e tutte le blue chips italiane appaiono solidamente in attivo.

Intorno alle 11,05 l‘indice FTSE Mib .FTMIB, che in precedenza ha rinnovato i massimi 2009 a quota 22.852,25, sale dell‘1,63%, il FTSE AllShare .FTITLMS dell‘1,54% e il FTSE MidCap .FTITMC dell‘1,13%.

* Le banche consolidano i rialzi. “Oggi gli sguardi sono su Intesa”, commenta un trader. “Le attese sono chiaramente positive, il riferimento sono i buoni risultati di Unicredit nel secondo trimestre”.

INTESA SANPAOLO (ISP.MI) è ora oltre il 2,5%, con i mercati che scommettono su una buona trimestrale. Sulla scia dell‘istituto guidato da Corrado Passera c’è ora UNICREDIT (CRDI.MI), che supera la soglia dei due punti percentuali di rialzo, dopo averla superata, stabilendo il nuovo massimo dell‘anno a 2,6225 euro.

Continuano a guadagnare UBI (UBI.MI), sopra al 2% in attesa dei risultati, POP MILANO PMII.MI e MEDIOLANUM MED.MI tra l‘1% e il 2%.

Si stabilizzano, rispetto all‘ottovolante di apertura, le quotazioni di MONTEPASCHI (BMPS.MI), che resta maglia nera del listino principale a -2,3%. Se un trader vede nel calo dell‘istituto senese un riallineamento rispetto alla sopravvalutazione dei giorni scorsi, un altro collega la non brillante semestrale all‘innesco di un‘ondata di realizzi.

Fuori dal paniere principale, resta +5% BANCA PROFILO (PRO.MI), che nel semestre torna in attivo dopo la perdita dell‘esercizio 2008, mentre lima i guadagni BANCA INTERMOBILIARE (BIM.MI), anch‘essa forte di una buona semestrale. Si aggrava invece la perdita di ITALEASE BIL.MI, a -3,9% sulla semestrale in rosso per 160 milioni di euro.

Il settore resta tonico su tutte le piazze, con lo stoxx europeo .SX7P che sale a +1,5%.

* In cima al listino principale si conferma STM (STM.MI), che supera adesso il 9%. “L‘aumento del target price da parte di Bank of America su un titolo con molto scoperto ha avuto un effetto leva clamoroso”, commenta un trader.

* Bene anche ITALCEMENTI ITAI.MI, che secondo fonti di mercato beneficiaria di un aumento di target price da parte di Bank of America a 5,50 euro da 4,10. Il cementiere guadagna circa il 2%, mentre nello stesso settore arrivano all‘1,5% i rialzi di BUZZI UNICEM (BZU.MI).

* Solida ATLANTIA (ATL.MI) a +2,9%, che dà buone indicazioni sull‘outlook del terzo trimestre per bocca dell‘AD Giovanni Castellucci.

* Guadagna lo 0,6% FIAT FIA.MI. Secondo gli operatori, sul titolo torna un cauto interesse in vista di un possibile rientro in corsa per l‘affare Opel, “anche stante l‘intenzione del Lingotto di non modificare l‘offerta sul tavolo”.

* Vanno bene tutti gli energetici, spinti dal prezzo del greggio che torna a salire. TENARIS (TENR.MI) e SAIPEM (SPMI.MI) guadagnano oltre il +1,5%, ENI (ENI.MI) ed ENEL (ENEI.MI) si attestano sopra l‘1%, mentre cede lo 0,3% SNAM RETE GAS (SRG.MI), sebbene, osserva un trader, si dovrebbe trattare di prese di beneficio.

Gli energetici in Europa allungano i guadagni a +1%.

* Tra le small e mid caps, le trimestrali alimentano i guadagni di ISAGRO (IGS.MI), BUONGIORNO BVIT.MI, RICHARD GINORI RG9.MI e LA DORIA (LDO.MI).

* RISANAMENTO (RN.MI) evidenzia un andamento estremamente volatile dopo l‘annuncio che il cda per l‘approvazione della semestrale sarà riconvocato entro il primo settembre, previo accordo con le banche per il piano di salvataggio. Il titolo guadagna al momento oltre il 6%.

* In denaro moderato M&C (MACA.MI), +1% dopo la terza Opa, quella di Modena Capitale di Gianpiero Samorì a 14 centesimi per azione.

* SNIA SIAI.MI è al momento sospesa dalle negoziazioni in attesa di comunicato, fa sapere Borsa Italiana.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below