27 luglio 2009 / 16:04 / 8 anni fa

Borsa Milano positiva con energia e banche, corre Lottomatica

MILANO, 27 luglio (Reuters) - Piazza Affari archivia una seduta in rialzo, dimostrando una capacità di sovraperformare le altre borse europee e, apparentemente, di trascurare alcuni segnali negativi provenienti dagli Usa.

Le trimestrali americane, in particolare quella di Honeywell (HON.N), evidenziano gli operatori, hanno fornito indicazioni tutt‘altro che rassicuranti sull‘andamento dell‘economia.

D‘altro canto, le vendite di nuove case a giugno sono salite dell‘11%, massimo incremento dal dicembre 2000, ennesimo sintomo della ripresa del mercato immobiliare a stelle e strisce.

“In effetti”, commenta un gestore, “il clima sembra un po’ troppo ottimista, dopo il rally delle ultime settimane... Credo che ci sia un po’ di euforia e di voglia di credere al fatto che la crisi sia definitivamente alle spalle (almeno negli Usa)”.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib .FTMIB ha guadagnato lo 0,92%, l‘AllShare .FTITLMS l‘1% e il FTSE Mid Cap .FTITMC l‘1,02%. Scambi per un controvalore di circa 1,8 miliardi.

* La corsa del prezzo del greggio, che si è portato a ridosso di quota 69 dollari il barile, si è tradotta in acquisti di petroliferi. SAIPEM (SPMI.MI) è avanzata dell‘1,62%, ENI (ENI.MI) del 2,38% e TENARIS (TENR.MI) dell‘1,76%. CIR (CIRX.MI), che controlla Sorgenia, ha messo a segno un progresso dell‘1,93%. Fuori dal paniere principale, SARAS (SRS.MI), promossa a “overweight” da Morgan Stanley, è balzata del 3,96%.

* Bene ENEL (ENEI.MI), +1,25%, sebbene le utilities siano scarsamente influenzate dall‘andamento del greggio. Enel, secondo un trader, ha beneficiato delle dichiarazioni dell‘Ad Fulvio Conti, riportate dal Corriere della Sera, sui risultati del primo semestre. Le altre utilities al palo: SNAM RETE GAS (SRG.MI) -0,95%, TERNA (TRN.MI) -0,51% e A2A (A2.MI) -0,32%. “Il peso notevole degli energetici nel mercato italiano”, argomenta un dealer, “ha determinato la sovraperformance rispetto all‘Europa, che è eccessiva”.

* Bancari in ordine sparso, ma complessivamente positivi. UNICREDIT (CRDI.MI) ha guadagnato il 2,51%, toccando intraday il nuovo massimo dell‘anno, a 2,0425 euro. Il titolo si è giovato del fatto che “Citigroup ha limato il target price a 2,10 da 2,20 euro, livello comunque superiore alle attuali quotazioni” per un trader. Citi ha confermato il rating “hold”.

Lo stesso trader attribuisce la debolezza di INTESA SANPAOLO (ISP.MI), -0,8%, alla decisione di Citi di tagliare il rating a “hold” da “buy”, portando il target price a 2,90 da 3,10 euro. Citi ha anche ridotto l‘obiettivo di prezzo del BANCO POPOLARE BAPO.MI, in rialzo del 2%, e abbassato il giudizio su UBI BANCA (UBI.MI), +0,94%, a “hold” da “buy”. MEDIOBANCA (MDBI.MI) +1,52%.

* LOTTOMATICA LTO.MI regina del paniere principale: +3,54%. La società comunicherà i risultati del primo semestre giovedì prossimo. Secondo un sondaggio Thomson Reuters, fra gennaio e giugno l‘Ebitda si è attestato a 437 milioni di euro e l‘utile netto a 102 milioni.

* In denaro i media: il paniere europeo .SXMP è salito dell‘1,64%, spinto da Pearson (PSON.L), che ha fornito un outlook sorprendentemente positivo. A Milano, MONDADORI (MOED.MI) +1,4% e MEDIASET (MS.MI) +0,96%. Fuori dal FTSE Mib, L‘ESPRESSO ESPI.MI +3,86% e CAIRO (CAI.MI) +3,38%.

* FIAT FIA.MI ha lasciato sul terreno l‘1,05%, facendo meglio dello stoxx di settore .SXAP (-2,53%), affondato da Porsche (PSHG_p.DE). Il titolo del Lingotto peggiora dopo che, segnala un dealer, “è emerso che il Tesoro Usa intende monitorare puntualmente l‘attività di GM e Chrysler”.

* STMICROELECTRONICS (STM.MI) ha terminato in calo dell‘1,57%. Secondo un sondaggio Thomson Reuters, il produttore di semiconduttori, che comunicherà i risultati del secondo trimestre domani sera, fra aprile e giugno ha registrato una perdita di 312 milioni di dollari.

* Fra le small e mid cap, AEDES (AEDI.MI), al primo giorno dell‘aumento di capitale, ha segnato un rialzo del 95,58%.

* SOPAF SPFI.MI ha guadagnato il 7,23% dopo aver annunciato un accordo con la Cassa di Risparmio di San Marino per la cessione della partecipazione in Delta.

* GREENVISION AMBIENTE VISA.MI ha proseguito la corsa cominciata venerdì scorso (+11,79%), quando è emerso che Igi ha rilevato il 4,267% del capitale.

* SAFILO (SFLG.MI) ha perso il 6,27%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below