26 agosto 2009 / 11:16 / tra 8 anni

Borsa Milano, lieve rialzo con banche, Tod's più forte dopo dati

MILANO, 26 agosto (Reuters) - Piazza Affari è in lieve rialzo a metà seduta, confermandosi un po’ più forte dell‘Europa, appesantita dal settore delle materie prime.

Milano beneficia invece della forza dei titoli bancari, trascinati da Pop Milano.

Intorno alle 13 l‘indice FTSE Mib .FTMIB sale dello 0,36%, il FTSE AllShare .FTITLMS dello 0,27% e il FTSE MidCap .FTITMC dello 0,35%. Volumi per circa 1,3 miliardi di euro.

I futures di Wall Street SPc1 NDc1 DJc1 sono poco mossi.

* Continua a correre POP MILANO PMII.MI dopo i dati del semestre diffusi ieri a mercati chiusi, giudicati da trader e analisti superiori alle attese. Il titolo sale di oltre l‘8% con volumi ingenti dopo aver superato un rialzo del 10%. Lo Stoxx europeo è piatto.

In scia alla popolare salgono BANCO POPOLARE BAPO.MI (+4%) (“ci si aspettano buone notizie dai dati di venerdì dopo quelli della Milano”, dice un trader), INTESA (ISP.MI) (+1,4%), UBI (UBI.MI) (+1,43). “Visti i risultati, c’è l‘idea che le banche abbiano superato il peggio e si stiano rimettendo in carreggiata”, aggiunge un operatore.

* Riducono i guadagni GENERALI (GASI.MI) e ALLEANZA ALZI.MI, resta debole FONDIARIA-SAI FOSA.MI.

* Resta positiva FIAT FIA.MI tra auto europee passate in negativo .SXAP mentre su stampa e mercato si torna a parlare del dossier Opel alla luce dello stallo sulla cessione da parte di Gm.

* ENI (ENI.MI) limita il calo rispetto al settore energetico europeo che cede l‘1,2% sul ritracciamento del greggio dai massimi di segnati ieri. Tra le utility piatta A2A (A2.MI), sale di quasi il 4% ACEA (ACE.MI).

* Brilla TOD‘S (TOD.MI), in rialzo del 3,7%. Il titolo si è rafforzato dopo la diffusione di risultati semestrali in lieve crescita e dopo dichiarazioni rassicuranti dell‘azionista e AD Diego della Valle sulla seconda parte dell‘anno.

* Guadagna quasi il 9% RISANAMENTO (RN.MI), in altalena in questi giorni sugli sviluppi del piano di salvatggio che dovrà essere approvato dal Cda venerdì. Oggi la società ha precisato che la garanzia delle banche sul bond in scadenza al 2014, data per scontata da alcuni giornali all‘interno del progetto di ristrutturazione, è per ora solo un‘ipotesi allo studio.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below