25 agosto 2008 / 07:41 / 9 anni fa

Borsa Milano negativa con banche e Fiat, tonici i media

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia con il segno meno una seduta caratterizzata da volumi bassissimi, risultato della chiusura di Londra.

<p>L'esterno della borsa di Milano REUTERS/Daniele La Monaca</p>

Peggioramento nel finale, per effetto, dice un trader, “del taglio delle stime del Fmi sulla crescita mondiale”, che ha fatto prendere coscienza ai mercati che, nonostante quanto detto da Bernanke venerdì scorso, “non siamo ancora fuori dalla palude”.

Poco da segnalare a livello settoriale, con la persistente debolezza dei bancari a causa dei timori sull‘impatto dell‘onda lunga del credit crunch.

In chiusura, l‘indice S&P/Mib ha perso lo 0,68% e il Mibtel lo 0,63%, mentre l‘AllStars ha guadagnato lo 0,17%. Volumi per un controvalore di circa 1,6 miliardi di euro.

* Banche negative, affossate dai timori che rimbalzano dagli Usa. MONTEPASCHI è arretrata dell‘1,71%, MEDIOBANCA dell‘1,58%, POP MILANO dello 0,9%, UNICREDIT dell‘1,28% e UNIPOL del 2,68%. INTESA SANPAOLO ha lasciato sul terreno l‘1,53% nella giornata in cui l‘istituto guidato da Corrado Passera ha riunito i potenziali investitori in Alitalia.

* Fuori dal coro BANCO POPOLARE, salita del 2,48%. Un dealer motiva il balzo del titolo con “l‘indiscrezione di stampa secondo cui Bankitalia ha dato quindici giorni in più per rivedere la governance”. La controllata ITALEASE è avanzata del 6,48%, dopo essere stata sospesa al rialzo. Lo stesso operatore attribuisce il movimento “alla simpatia verso Banco Pop”. Un analista che segue il titolo, invece, parla di “attesa per i risultati semestrali e la chiusura della partnership con Dz Bank”.

* FIAT è calata dell‘1,9%, con volumi superiori alla media, nella giornata in cui è stata ufficializata la cessione del 6% circa di IFI (+0,42%), che era in mano al fondo Amber, alla famiglia Agnelli. Una fonte della società ha detto che, dopo l‘operazione, IFIL (-0,63%) ha sospeso il programma di buyback. L‘ipotesi di semplificazione della galassia Agnelli ha messo le ali alle IFIL RISPARMIO: +2,12%.

* SEAT PAGINE GIALLE ha ripreso a correre, dopo aver tirato un po’ il fiato nelle ultime due settimane: +3,57%. Significativi i volumi, superiori alla media. Gli operatori sono divisi sul giudizio da attribuire a questo nuovo rally: c’è chi liquida Seat come “una penny stock volatile” e chi, invece, ventila ipotesi di operazioni straordinarie, come cessione di asset esteri e apertura del capitale.

* Da notare che la concorrente britannica di Seat, Yell Group, ha messo a segno un progresso del 9,92%, trascinando lo stoxx dei media, fra i comparti che hanno perso meno (-0,32%). Bene, nel settore, L‘ESPRESSO (+2,99%) e MEDIASET (+0,23%). In controtendenza MONDADORI: -2%.

* IMPREGILO è arretrata dello 0,96%, dopo una mattinata tonica. Un‘operatrice cita le indiscrezioni di stampa del fine settimana che parlano di un riassetto tra i soci principali, con ipotesi di opa e delisting.

* Male i titoli cementieri, in sintonia con lo stoxx del settore costruzioni (-1,33%): BUZZI UNICEM -2,01% e ITALCEMENTI -0,64%.

* Il rafforzamento del dollaro, dicono i trader, ha portato denaro ad AUTOGRILL (+0,6%) e STMICROELECTRONICS (+1,2%). Il gruppo italo-francese, secondo un analista, viene anche premiato dalle “ottime prospettive per le vendite dei chip dotati di sensori di movimento”, quelli di cui sono dotati la console Wii di Nintendo e l‘iPhone targato Apple.

* In lettera gli energetici, insensibili al rimbalzo tecnico del greggio: SAIPEM -1,46%, TENARIS -1,63% ed ENI -0,28%.

* ATLANTIA ha lasciato sul terreno l‘1,75%. Secondo un dealer, il mercato non apprezza la presenza dell‘AD Giovanni Castellucci alla riunione in Banca Intesa su Alitalia.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below