24 settembre 2008 / 11:05 / tra 9 anni

Borsa Milano annulla rialzi, bene assicurativi, giù Fiat

MILANO, 24 settembre (Reuters) - Borsa Milano annulla i guadagni della mattinata in un clima di mercato segnato dall‘incertezza sul piano di salvatggio del Tesoro Usa.

Piazza Affari è comunque sostenuta dai finanziari, anche se in modo selettivo, e dai telefonici, mentre stentano il recupero i petroliferi nonostante il rialzo del greggio.

“E’ un mini rimbalzo che non convince, la cautela è d‘obbligo in queste giornate di forte volatilità”, commenta un trader.

Alle 12,50 circa l‘indice S&P/Mib .SPMIB segna un frazionale calo dello 0,08%, il Mibtel .MIBTEL dello 0,16%. AllStar .ALLST scende dello 0,49%. Volumi per circa 3 miliardi di euro. Positivo l‘andamento dei futures sugli indici Usa.

* Bancari e assicurativi si rafforzano, con qualche eccezione, in tutta Europa “sulla notizia che (Warren) Buffet investirà 5 miliardi di dollari in Goldman”, secondo un trader.

Acquisti in particolare su INTESA SANPAOLO (ISP.MI) (+1,45%) e POP MILANO (+1%), quest‘ultima dopo che ieri a mercati chiusi ha annunciato il lancio di un‘Opa sulle azioni ANIMA ANM.MI che non possiede, al prezzo di 1,45 euro per azione (era stata collocata nell‘autunno 2005 a 3,30 euro).

“Giudico l‘operazione favorevole. A questi multipli la Pop Milano fa un buon deal”, commenta un trader. Il titolo Anima sale del 3,7% avvicinandosi al prezzo dell‘offerta.

* Nel resto del settore rimbalza MEDIOLANUM MED.MI (+1,85%) mentre restano indietro UNICREDIT (CRDI.MI) in fondo all‘S&P/MIb con un calo del 243% e UBI (UBI.MI) -2,3%.

* Tra gli assicurativi spunti positivi su FONDIARIA SAI FOSA.MI (+1,89%) che beneficia dell‘annuncio della cessione di circa l‘1% di GENERALI (GASI.MI) (+1,7%) contabilizzando una plusvalenza di 81 milioni di euro. Meglio ALLEANZA ALZI.MI in rialzo di oltre il 2%. In Europa lo Stoxx dei bancari .SX7P guadagna lo 0,7% mentre quello sugli assicurativo .SXIP sale dello 0,84%

* Sempre in luce, ma sotto i massimi di seduta TELECOM ITALIA (TLIT.MI) (+1,86%) nonostante la precisazione che al Cda di domani non è prevista l‘approvazione di operazioni straordinarie e che si discuterà solo dello stato di avanzamento del piano industriale. Il mercato continua a speculare sul possibile ingresso di un nuovo socio e in particolare sulle insistenti voci relative all‘ingresso del fondo sovrano libico Libyan Investment Authority

*Si sgonfia il rimbalzo di PARMALAT (PLT.MI) a +1,5%. “E’ tra i titoli consigliati e con questo mercato tranquillo il rimbalzo non mi meraviglia”, dice.

* Sul fronte dei ribassi FIAT FIA.MI scende del 2,5%. Ieri il responsabile di Iveco (gruppo Fiat) Paolo Monferino ha detto di prevedere un calo del mercato europeo dei mezzi pesanti il prossimo anno, a causa della carenza di liquidità che ritarda gli acquisti. * Trascurati i titoli del cemento e gli energetici. * Tre le mid cap e titoli minori conferma il momento positivo STEFANEL (STEP.MI) mentre la società ha fatti sapere ieri di non conoscere i motivi dell‘andamento del titolo e di non avere allo studio operazioni straordinarie. Rimbalza AEDES (AEDI.MI) dopo lo scivolone della vigilia.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below