23 ottobre 2009 / 09:30 / tra 8 anni

Borsa Milano annulla rimbalzo, restano forti Lottomatica, Fiat

MILANO, 23 ottobre (Reuters) - La borsa di Milano annulla il rimbalzo dell‘avvio e si porta sulla parità a metà mattinata.

Sulla scorta dell‘ottimismo circolato ieri a Wall Street le borse europee avevano aperto in deciso rialzo ma lo scetticismo sulla forza sottostante il rally ha alla fine prevalso.

“Il trend sul mercato è sempre dettato da Wall Street”, dice un‘operatrice.

“Molti gestori sono stati però molto perplessi sul rimbalzo non riscontrando motivi per vedere salire ancora i multipli delle società. Già stamattina nelle sale operative ci si interrogava su cosa vendere”, aggiunge.

Alle 11,15 circa l‘indice FTSE Mib .FTMIB è in frazionale rialzo dello 0,06%, l‘AllShare .FTITLMS dello 0,02%. Il MidCap .FTITMC avanza dello 0,2%. Volumi per 1,2 miliardi di euro circa.

* Tra i singoli titoli LOTTOMATICA LTO.MI (+2,4%) consolida il rally nell‘ultimo giorno utile per la fissazione del prezzo di conversione del bond 2012.

* PARMALAT (PLT.MI) sale dell‘1,8% con un trader che torna a parlare di una società “interessante per i private equity” e di attese positive sui conti.

* FIAT FIA.MI recupera le perdite della vigilia con un rialzo dell‘1,6% grazie al rialzo del target price da parte di Morgan Stanley a 18 euro, confermando il giudizio “overweight”, sulla scia dei risultati trimestrali migliori delle attese.

* Il rimbalzo della borsa trascina anche gli altri industriali come PRSYMIAN (PRY.MI), BUZZI UNICEM (BZU.MI), ITALCEMENTI ITAI.MI e le più piccole PIAGGIO (PIA.MI) e INDESIT IND.MI.

* Contrastato il panorama dei finanziari soprattutto per quanto riguarda i bancari: bene UBI (UBI.MI) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) mentre sono in calo BANCO POPOLARE BAPO.MI e UNICREDIT (CRDI.MI), in fondo al FTSE Mib con un calo rispettivamente dell‘1,4% e dell‘1,8%.

* Misti anche gli energetici: deboli le utility mentre la petrolifera SAIPEM (SPMI.MI) sale dello 0,9%. In lieve rialzo ENI (ENI.MI) (+0,2%) nonostantee il taglio del rating a “neutral” da “buy” ad opera di Ubs.

* Fuori dal paniere principale scivola TISCALI (TIS.MI), in asta di volatilità con un calo del 22% circa nell‘ultimo giorno di negoziazione dei diritti per l‘aumento di capitale. I diritti TIS_r.MI viaggiano in rialzo di oltre l‘8%.

“Nonostante la correzione c’è ancora un forte differenziale tra il diritto e il titolo. Quest‘ultimo tratta con un deciso premio rispetto al primo”, dice un‘operatrice.

* Ben comprata GEMINA GEMI.MI (+3%) dopo che il Sole 24 Ore ha scritto che Changi, il gestore dell‘aeroporto di Singapore, sarebbe pronto a formalizzare un‘offerta per rilevare la quota del 10% che il fondo Clessidra detiene nel capitale di Investimenti ed Infrastrutture, la holding della famiglia Benetton.

“A spingere maggiormente il titolo è l‘idea che Changi possa acquistare i titoli anche sul mercato”, come scritto dal quotidiano oggi, commenta un trader.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below