21 novembre 2008 / 17:00 / tra 9 anni

Borsa Milano netto calo sopra minimi, cadono Saipem, Atlantia

MILANO, 21 novembre (Reuters) - Piazza Affari chiude in deciso ribasso, ma sopra i minimi in un mercato volatile in cui i singoli prezzi sembrano perdere il legame con il reale valore delle società, secondo gli operatori.

“La velocità e l‘entità di queste correzioni va al di là delle ipotesi più pessimiste”, dice un operatore. “Le vendite sono solamente funzione di un elemento operativo, la necessità di un deleveraging strutturale”.

“I prezzi attuali non sono più significativi per valutare le aziende, sono numeri fine a sè stessi”, aggiunge. “Assistiamo a un overshooting mai visto, che ha una velocità e delle dimensioni incredibili”.

L‘S&P/Mib .SPMIB chiude in calo del 3,09%, il Mibtel .MIBTEL del 3,04% e l‘Allstar .ALLST dello 0,55%. Volumi per 1,9 miliarsi di euro.

* SAIPEM (SPMI.MI) chiude in ribasso del 16,6%, su voci poi rettificate di cancellazione di un contratto da 1,6 miliardi con Saudi Aramco per lo sviluppo di un campo petrolifero. La società dice che attualmente il contratto non è stato cancellato. Considerando che è stato stipulato a luglio, con prezzi del greggio molto diversi da quelli attuali è ragionevole attendersi almeno una sua revisione, secondo un dealer.

* ATLANTIA (ATL.MI) (-11,7%) sulla notizia che il governo potrebbe decidere di congelare le tariffe autostradali.

* TENARIS (TENR.MI), legata ai corsi del greggio, continua la caduta, oggi con -10,5%.

* Discreti alcuni bancari, tenendo conto della corsa alle vendite dell‘ultima ora di scambi. MEDIOBANCA (MDBI.MI) +2,8%, UBI BANCA (UBI.MI) -0,44%, MEDIOLANUM MED.MI +0,68%. INTESASANPAOLO (ISP.MI) -1%, UNICREDITO (CRDI.MI) -1,9%. Lo stoxx delle banche perde 1,10%.

* FIAT FIA.MI in rialzo dell‘1,09% dopo aver toccato ieri minimi che non vedeva da aprile 2005. In cinque sedute, dallo scorso venerdì, ha lasciato sul terreno quasi il 15%.

* A2A (A2.MI) perde il 6,5%; MITTEL (MTTI.MI), altra società di cui Romain Zaleski ha una grossa partecipazione, cala del 5,4%. Ieri un trader osservava che le società partecipate dal finanziere possono soffrire delle speculazioni su possibili cessioni forzate. La stampa ha parlato in questi giorni di un orizzonte di 12 mesi per l‘ottimizzazione del portafoglio.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below