21 settembre 2009 / 16:01 / 8 anni fa

Borsa Milano chiude negativa con Europa,giù banche,Fastweb +1,9%

MILANO, 21 settembre (Reuters) - La borsa di Milano mantiene un calo vicino al 2% nel pomeriggio, con Wall Street fiacca e poche storie sui singoli titoli.

“E’ stata una seduta all‘insegna delle prese di profitto sui titoli che erano saliti senza ragioni specifiche”, dice un trader.

“Banche e media in blanda correzione, futures inchiodato appena sotto i 23.000 punti, scambi sottili”, sintetizza un‘altra operatrice. “Il leading indicator americano (arrivato alle 16, poco sotto le attese) non ha spostato gli indici di Milano”.

Alle 17,30 l‘indice FTSE Mib .FTMIB chiude a -1,8%, come l‘Allshare .FTITLMS, mentre il FTSE Midcap .FTITMC finisce a -1,6%. I volumi sono arrivati a 2,8 miliardi di euro.

Fuori dall‘Italia l‘indice paneuropeo FTSEurofirst 300 .FTEU3 a -0,6%; Nasdaq .IXIC a +0,1%, Dow Jones .DJI e S&P 500 .SPX -0,4%.

* Nel paniere principale chiude positiva LUXOTTICA (LUX.MI), +1%. La società venerdì ha annunciato la proposta di distribuire una cedola sul 2008 di 22 centesimi aggiungendo di guardare alla fine dell‘anno “con maggiore serenità”.

* Accelera nel pomeriggio FASTWEB FWB.MI, che chiude a +1,9% con volumi poco sopra la media. Gli operatori non trovano spiegazioni particolari. “E’ un mercato dominato dalla speculazione, non ho sentito notizie sul titolo”, dice per esempio una trader. In Europa il paniere dei telefonici .SXKP (che non include il titolo italiano) è piatto.

* Venduti i bancari, come in tutta Europa .SX7P, e in particolare UNICREDIT (CRDI.MI) che termina a -2,6%. “(Sul titolo) pesano le ipotesi di aumento di capitale” dopo che la società ha annunciato stamani di avere allo studio tutte le opzioni per rafforzare i ratio patrimoniali, ricorda un operatore. INTESA SAN PAOLO (ISP.MI) cede l‘1,8%, MEDIOBANCA (MDBI.MI) il 2%.

* Prese di beneficio sui media ma MONDADORI (MOED.MI) azzera le perdite sul finale. Anche questi “sono movimenti speculativi”, secondo un operatore. MEDIASET (MS.MI), oggi declassata a “neutral” da Jp Morgan, ha perso il 3%.

* Calo a due cifre per RISANAMENTO (RN.MI), sul cui salvataggio la Procura di Milano ha dato oggi parere negativo, come dicono fonti giudiziarie.

La società ha risposto in una nota esprimendo fiducia nel fatto che il Tribunale accoglierà invece la sua proposta. Domani si terrà l‘udienza di fronte al giudice fallimentare Pierluigi Perrotti che secondo le attese dovrebbe concludersi con un nuovo rinvio.

* Chiude pesante PARMALAT (PLT.MI), in linea con il mercato milanese, nel giorno dello stacco del dividendo. Sul titolo invece, secondo un trader, non ha particolare impatto la notizia di venerdì sera secondo cui il giudice Lewis Kaplan del tribunale di New York ha negato la procedibilità al gruppo nei confronti di Grant Thornton.

* Faville per TISCALI (TIS.MI) dopo le dichiarazioni di venerdì del numero uno Renato Soru - secondo cui la società di tlc, nelle prossime settimane, si concentrerà sul nuovo piano industriale e sul previsto aumento di capitale.

* Chiude con un teorico a +13% EUROFLY EEZ.MI. Venerdì è stata annunciata la costituzione della società Meridiana in seguito allo spin-off delle attività di manutenzione di Meridiana ed Eurofly.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below