20 novembre 2009 / 10:18 / 8 anni fa

Borsa Milano azzera guadagni di apertura, peggiora Fiat

MILANO, 20 novembre (Reuters) - Piazza Affari azzera i rialzi di apertura, staccandosi dalle altre piazze europee che confermano invece una giornata moderatamente positiva.

“Dopo un rimbalzo tecnico in partenza in reazione alla caduta di ieri, gli acquisti hanno frenato e l‘attività procede a ritmo ridotto”, commenta un trader. “Mi aspetto che questa incertezza si trascini alla prossima settimana, con il giorno del ringraziamento negli Usa a lasciar intravedere un mercato poco movimentato”.

Non sono previsti dati macroeconomici di rilievo dagli Stati Uniti, mentre l‘Istat comunicherà in giornata l‘aggiornamento sugli ordinativi nel mese di settembre.

Intorno alle 11,10 l‘indice FTSE MIb .FTMIB e l‘AllShares FTITLMS appaiono piatti, il MidCap .FTITMC è in lieve flessione a -0,05%.

Tra i singoli titoli:

* Accelera UNICREDIT (CRDI.MI) a +1,4%, con un trader che cita i segnali provenienti dal vertice tra Commissione Ue e Fmi, che indicherebbero una volontà di sostegno nei confronti del credito in Europa comuniaria dell‘Est, dove la banca di Piazza Cordusio è fortemente esposta.

* Restano positive anche le altre banche, con UBI (UBI.MI), MONTEPASCHI (BMPS.MI) e BANCO POPOLARE BAPO.MI intorno al punto percentuale di rialzo, mentre continua a fare eccezione POPOLARE MILANO PMII.MI sulla tenuta della cui alleanza con Credit Mutuel alcuni giornali stamani avanzano dubbi. Apre bene BANCA PROFILO (PRO.MI), a +2,5% dopo la presentazione del piano industriale.

* Peggiora FIAT FIA.MI, fanalino di coda dell‘indice principale a -2,3%. Un trader cita il rapporto di Ubs, che pur continuando a “vedere valore” nel Lingotto, esprime una valutazione peggiorativa dell‘equity di Chrysler.

* Corre TENARIS (TENR.MI), miglior titolo del listino Ftse Mib a +1,7%, forte della buona performance dell‘acciaio in Europa, con lo stoxx europeo che sale dell‘1,2%.

* Cede ENEL (ENEI.MI) a -1,8%, anch‘essa penalizzata dal downgrading di Ubs a “Neutral” da “Buy”.

* Fuori dal listino principale, continua la corsa delle utilities legate all‘acqua, dopo il decreto Ronchi di liberalizzazione dei servizi idrici. ACQUE POTABILI ACP.MI vola a +13%, mentre MEDITERRANEA ACQUE MEA.MI sfiora il +8%.

* Apre debole SORIN SORN.MI a -1%, in cui GE Capital Interbanca ha ridotto la propria partecipazione al 7,5% dal 15,5%, cedendone l‘8% attraverso una procedura accelerata rivolta agli investitori istituzionali.

* Perde il 6% SEAT PAGINE GIALLE PGIT.MI, di cui ieri Kepler ha tagliato il target price a zero euro, con un giudizio di “Reduce”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below